Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски
nubifragiosenigallia200DAL CIELO ALLA TERRA
 
HO SCRITTO IL 4 MAGGIO 2014:

LA NATURA NOSTRA AMICA
 
IL NUBIFRAGIO CHE HA COLPITO VIOLENTEMENTE LA REGIONE DELLE MARCHE DISPIACE AI NOSTRI CUORI PER LA GENTE FERITA E SOFFERENTE A CAUSA DEI PARENTI DECEDUTI. ABBIAMO DETTO E SCRITTO NEGLI ULTIMI 25 ANNI CHE LA NATURA REAGISCE VIOLENTEMENTE ALL’INQUINAMENTO DELL’UOMO. QUESTA, PER NOI, È LA GIUSTIZIA DIVINA.
MALGRADO CIÒ NELLA RESIDENZA DEI NOSTRI FRATELLI SPIRITUALI E NELLA NOSTRA ARCA DI SANT’ELPIDIO A MARE  NON SI È ABBATTUTA NESSUNA CATASTROFE, GRAZIE ALLA MADRE NATURA E SOPRATTUTTO A CHI LA DIRIGE: IL NOSTRO AMICO E MAESTRO GESÙ CRISTO E IL SUO E NOSTRO PADRE ADONAY ARAT RA.
 
Sant’Elpidio a Mare (Italia)
4 Maggio 2014
G. B.

MARCHE IN GINOCCHIO DOPO L’ALLUVIONE
DUE MORTI, ALLERTA PER ALTRI DUE GIORNI

 
A 24 ore dall’alluvione del fiume Misa, che ha provocato due morti e danni alle abitazioni, alle strade e alle attività produttive, Senigallia è ancora una città telefonicamente isolata, mentre il 70% della popolazione è senza luce, nonostante l’Enel stia cercando di ripristinare le utenze con 70 tecnici inviati sul posto. Solo una trentina, invece, gli sfollati, ospiti del seminario vescovile: gli altri, smistati ieri da Protezione civile e Comune in tre scuole e alcuni alberghi, hanno preferito tornare nelle loro case, anche se ancora semi-allagate.
La città piange le due vittime del disastro: un anziano di 80, Aldo Cicetti, dato ieri per disperso e ritrovato cadavere stamani accanto a una catasta di legno vicino alla sua abitazione di Borgo Bicchia, e Nicola Rossi, 86 anni, soccorso in ritardo a causa del maltempo dopo che aveva accusato un malore. «Stiamo insieme e ce la faremo» ripete il sindaco Maurizio Mangialardi (Pd), che è presidente dell’Anci Marche, annunciando però che lo stato di allerta durerà altre 72 ore, e le scuole resteranno chiuse anche domani e martedì. Le previsioni meteo infatti indicano un leggero miglioramento, ma la criticità idrogeologica rimane alta, perché i terreni sono imbevuti d’acqua e rischiano di non assorbire nuove precipitazioni.
La Protezione civile porta acqua, viveri e medicinali nelle frazioni isolate, e continua il lavoro no stop di centinaia di vigili del fuoco (giunti anche da Emilia Romagna, Umbria, Abruzzo e Friuli) volontari, uomini delle forze di polizia e del Soccorso Alpino. Danni per la tracimazione in più punti dei corsi d’acqua, o per l’allagamento di cabine Enel, si sono avuti anche a Jesi, Osimo, Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio e Pesaro. Smottamenti di terreno si registrano anche nel Fermano e nel Maceratese, senza conseguenze per le persone.
I caselli di Senigallia dell’autostrada A14 sono stati riaperti nella notte, e la viabilità è regolare anche sulla Statale Adriatica. Il presidente della Regione Gian Mario Spacca chiederà lo stato di emergenza, e il premier Renzi ha già garantito l’aiuto del Governo. Lo stesso premier si recherà nel pomeriggio a Senigallia, accompagnato dal capo della Protezione Civile Franco Gabrielli.  
http://www.lastampa.it/2014/05/04/italia/cronache/marche-in-ginocchio-dopo-lalluvione-a-senigallia-si-fa-la-conta-dei-danni-LpYUg3JP0l8jkuD9vJ1PgO/pagina.html

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

ban antimafia

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1 ricagni1
Nuova copertina libro Debora1 books11

libroicontattiuniti139