Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски

DAL CIELO ALLA TERRA

Kamikaze 4 450

CONTATE I GIORNI CHE IL PADRE ETERNO SI È RISERVATO PER RISTABILIRE CON GIUSTIZIA L’ORDINE, L’ARMONIA E  LA PACE SULLA TERRA.
LA MOLTITUDINE SEGUACE DEI POTENTI DELLA TERRA E IL LORO PADRONE L’ANTICRISTO, FIGLIO DI SATANA, SARANNO INCATENATI E GETTATI NELL’ABISSO.
I BAMBINI PARGOLETTI DI DIO, I BUONI ED I GIUSTI FINALMENTE POTRANNO ASSAPORARE LA LETIZIA, IL PROFUMO DI UNA MADRE TERRA LIBERATA DAL TIRANNO CHE L’HA FRUSTATA A MORTE PER SECOLI E SECOLI.
CONTATE I GIORNI!
VOI CHE TORTURATE E UCCIDETE I BAMBINI (Matteo, cap. 18 – 5,7).
VI RICORDO QUELLO CHE VI FU DETTO DAL FIGLIO DI DIO.
CONTATE I GIORNI!
LA VOSTRA FINE È PROSSIMA!
UNA FINE CHE DARÀ INIZIO AD UN TEMPO QUASI ETERNO DAL QUALE NON POTRETE SFUGGIRE: LA MORTE SECONDA (Apocalisse, cap. 20).
CONTATE I GIORNI, FIGLI DEL MALE!
PACE SULLA TERRA AGLI UOMINI DI BUONA VOLONTÀ.

DAL CIELO ALLA TERRA

San Giovanni di Polcenigo-PN (Italia)
23 Agosto 2016. Ore 19:00
G. B.
 

Notizia allegata:

SOTTO LA MAGLIETTA IL TRITOLO: BAMBINI, VITTIME E CARNEFICI

Vittime e carnefici bambini. L'ubris degli adulti assetati di potere in nome di Dio sembra aver raggiunto il punto di non ritorno con l'utilizzo dei più deboli come armi.
Purtroppo non è la prima volta nella storia contemporanea del Medio Oriente che i bambini vengono strumentalizzati dagli adulti per annientare il nemico. Il primo a arruolarli nella fithna, la guerra fratricida tra musulmani sunniti e sciiti, fu l'ayatollah Khomeini negli anni 80 durante il lungo conflitto tra Iran e Iraq. Prima di mandarli al macello contro le postazioni militari irachene o nei campi per “pulirli” dalle mine e aprire la strada ai pasdaran, veniva messa loro al collo una chiave di plastica, ma benedetta dalla Guida Suprema.

Significava l'accesso immediato al paradiso in quanto martiri.
Ciò che è accaduto domenica a Gaziantep, nel sud-est della Turchia, ieri a Kirkuk, nel Kurdistan iracheno, e negli ultimi due anni in Afghanistan e Nigeria, è l'ennesima prova che non c'è più limite all'efferatezza. Perché mai, fino all'entrata in scena di al Qaeda, dell'Isis, dei talebani, di Boko Haram, i bambini erano stati trasformati in bombe deambulanti, in macabri robot per fare strage di civili, molti dei quali bambini come loro. La carneficina di Gaziantep –su cui ieri le autorità turche hanno espresso nuovi dubbi sulle responsabilità di un dodicenne portato da due adulti –ha ucciso soprattutto minori, 29 su 54, compreso un neonato. Mentre solo per caso, un altro ragazzino iracheno non è riuscito a far detonare la cintura esplosiva che gli era stata messa sotto la maglia della sua squadra di calcio preferita.

Stava cercando di entrare a Kirkuk, città del Kurdistan iracheno (nemico dello Stato Islamico) quando alcuni poliziotti a un posto di blocco si sono accorti che quella maglia era troppo larga e il suo comportamento troppo impaurito.
Per questo lo hanno bloccato e dopo avergli tolto l'indumento hanno scoperto ciò che temevano. Il video che mostra i poliziotti mentre tengono le braccia della vittima –perché di vittima si tratta anche se avesse portato a termine la missione suicida –alzate di modo che non possa azionare i comandi della cintura legata al fragile torace, non è solo la prima prova filmata di un bimbo kamikaze ancora in vita. È la fotografia dell'inferno, non del paradiso, a cui gli adulti hanno condannato legioni di bambini. Le bombe che ad Aleppo, nei giorni scorsi, hanno ferito il piccolo Omran dallo sguardo attonito e ucciso il fratellino Alì assieme a decine di bimbi siriani, quelle sganciate dall'Arabia Saudita nello Yemen contro scuole e ospedali, portano la firma non solo della Russia ma anche dell'Occidente. Anche i talebani afghani che evitavano di ingaggiare i minori, essendo proibito dal codice di comportamento, da almeno un anno hanno iniziato ad addestrare i bambini a combattere come fanno i jihadisti dell'Isis, sempre più presenti nel Paese. I terroristi islamici di Boko Haram attivi in Nigeria e nei Paesi confinanti, sono stati i primi a imbottire di esplosivo le bambine rapite dopo averne fatto le proprie schiave sessuali. Nelle statistiche dell’orrore sono ancora loro a guidare la classifica: nel 2014 avevano eseguito solo quattro attacchi suicidi con minori, un anno dopo erano ben 44, circa un terzo dei 150 totali. Un attentatore su cinque è un bimbo.
Secondo le autorità in alcuni casi avevano appena 8 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    
Tratto da: Il Fatto Quotidiano

Messaggi allegati:

- 3-08-16 Uccidere i bambini significa uccidere Dio
http://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2016/6831-uccidere-i-bambini-significa-uccidere-dio.html

- 23-08-13 L’Olocausto dei bambini
http://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2013/5087-lolocausto-dei-bambini-.html

- 7-07-11 L’Ira di Dio. Messaggio di Adonay, il Padre di Cristo, a tutti gli assassini della vita
http://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2011/3688-lira-di-dio.html

- 24-11-09 Ai potenti del mondo
http://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2009-2000/2009/957-nuovo-messaggio-del-padre-adonay.html

- 22-09-09 Le armi della morte e l’Ira di Dio
http://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2009-2000/2009/646-le-armi-della-morte-e-lira-di-dio.html

 

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

ban antimafia

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1 ricagni1
Nuova copertina libro Debora1 books11

libroicontattiuniti139