Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски

 Segni dei Tempi

addio1Di  Sarah Emerson - Contributing Editor

Questa settimana la Terra ha tagliato un traguardo significativo nella corsa che condurrà alla sua fine, perché abbiamo ufficialmente spinto i livelli di carbonio atmosferico oltre le tanto temute 400 parti per milione. Per sempre.

Secondo un post pubblicato venerdì scorso sul blog dello Scripps Institution of Oceanography, "possiamo affermare con una certa sicurezza che il valore mensile di carbonio non sarà mai inferiore ai 400 ppm—quest'anno e per un futuro ancora indefinito." I loro risultati sono basati sulle osservazioni settimanali condotte nel Mauna Loa Observatory delle Hawaii, dove gli scienziati del clima misurano i livelli di CO2 fin dal 1958.

Cosa ci spaventa di questa cifra? Da alcuni anni gli scienziati ci avvertono che se il carbonio atmosferico dovesse superare le 400 parti per milione, questo segnerebbe un grave "punto di non ritorno" per una serie di processi climatici inarrestabili.

Nel 2012 l'Artico è stata la prima regione sulla Terra ad attraversare questa sottile linea rossa. Tre anni più tardi, per la prima volta da quando gli scienziati avevano cominciato a tenerne traccia, i livelli di carbonio si sono mantenuti al di sopra delle 400 parti per millione per un mese di seguito.

addio2

Grafico: National Oceanic and Atmospheric Administration. Una serie di descrizioni tratte dal sito Scripps CO2 Program, "Keeling Curve Lessons."

Questa volta gli esperti ritengono che sia impossibile tornare indietro a causa degli effetti ciclici della curva di CO2 di Mauna Loa. Di solito i livelli di carbonio raggiungono un punto di minima annuale verso la fine di settembre, spiegano su Scripps, ma quest'anno i numeri si aggirano intorno alle 401 parti per milione. Forse non abbiamo ancora raggiunto i livelli più bassi di carbonio del 2016, ma l'istituzione ritiene che sia "quasi impossibile".

L'unico aspetto positivo è che di solito i dati preoccupanti spingono le persone ad agire. Ad esempio l'Accordo di Parigi - una convenzione internazionale dedicata alla lotta contro il cambiamento climatico e ai suoi effetti- ha sancito alcuni obiettivi riguardanti i livelli di carbonio.

Tutti i paesi firmatari dell'accordo sono tenuti a evitare che le temperature medie globali salgano sopra gli 1,5 ° C rispetto al periodo pre-industriale. Uno dei mezzi principali per raggiungere l'obiettivo è promuovere le energie pulite. Tuttavia, al momento, le 60 nazioni che hanno preso parte all'accordo sono responsabili soltanto del 47,76 percento delle emissioni di carbonio mondiali.

Alla luce di quanto detto, ecco un elenco degli altri effetti permanenti del cambiamento climatico, in ordine sparso.

Estinzione

Non servono molte spiegazioni. Per quanto difficili da stimare con precisione, sappiamo che i tassi di estinzione sono aumentati di 1.000 volte rispetto al periodo precedente l'esistenza dell'Homo sapiens moderno. Il World Wildlife Fund ha calcolato che ogni anno si estinguono 10.000 specie. A causa dei cambiamenti climatici, un quarto delle specie terrestri potrebbe scomparire entro il 2050.

Distruzione della catena alimentare

In quanto legate indissolubilmente all'estinzione delle specie, le catene alimentari rischiano di restare sbilanciate in maniera permanente se i predatori e le loro prede iniziano a estinguersi. Nell'Artico, ad esempio, l'aumento delle temperature oceaniche ha fatto aumentare la popolazione delle alghe marine, che a loro volta privano dei loro nutrienti vitali le popolazioni di zooplancton, di merluzzi, di foche e di orsi polari. Nel corso degli ultimi 50 anni, le temperature medie in tutto l'Alaska e nel Canada occidentale sono aumentate di ben 13 gradi celsius.

Innalzamento del livello dei mari

Nel prossimo futuro, gli esseri umani saranno tra le specie che dovranno subire l'influenza catastrofica delle variazioni del livello del mare. Con lo scioglimento dei ghiacciai perenni, le coste verranno allagate e le comunità umane costrette a emigrare. Secondo le previsioni, entro il 2.100, circa 13 millioni di persone perderanno le loro case a causa dell'innalzamento del livello del mare. In alcune parti del mondo, come nell'Oceano Pacifico, questo fenomeno è già in atto. Secondo gli scienziati, anche se riuscissimo a impedire alle temperature medie globali di elevarsi al di sopra dei 2° C, le variazioni del livello del mare già in atto resterebbero comunque irreversibili.

L'acidificazione degli oceani

Considerato un parametro fondamentale per considerare lo stato di salute dell'ambiente, l'aumento del livello di acidità degli oceani sta già devastando interi ecosistemi marini. Gli oceani della Terra assorbono costantemente l'eccesso di CO2, questo processo porta il loro pH a diminuire, causando la vera e propria acidificazione delle acque. Di conseguenza, vaste distese di coralli che hanno importanza vitale, come la Grande Barriera Corallina dell'Australia, stanno morendo. Mentre i polipi corallini potrebbero ancora svilupparsi anche in questo ambiente modificato, gli scienziati prevedono che l'aumento di acidità avrà delle conseguenze di lunga durata sull'equilibrio degli ecosistemi oceanici.

29 September 2016

Fonte: http://motherboard.vice.com/it/read/abbiamo-superato-il-limite-di-carbonio-nell-atmosfera?utm=mbtwitterit

Articolo correlato:

Verso la distruzione della terra: superato il limite di carbonio nell’atmosfera
http://it.blastingnews.com/ambiente/2016/10/verso-la-distruzione-della-terra-superato-il-limite-di-carbonio-nell-atmosfera-001156825.html

virgenparana100Un uomo portò la statua in parrocchia e disse al parroco: "La Vergine mi ha chiesto di portarla qui”. La sistemarono nella ‘cappella dell’adorazione’. Ma è stato dopo che è avvenuto un fatto insolito: “La Vergine ha iniziato a piangere”.  
La parrocchia di Santo Domingo Savio si trova nella zona sud di Paraná, ed i fine settimana è frequentata da numerosi fedeli che partecipano alle funzioni religiose.

home virgen100Foto pervenute a TN e la Gente

Gli abitanti di Mina Clavero e di Valle de Traslasierra sono commossi per l'apparizione dell'immagine della Vergine in un albero.   
La notizia si è diffusa velocemente. Alcuni testimoni affermano "l'immagine si vede più nitida quanto più ci si allontana dall'albero. Qualcosa di molto simile a quello che passa in Alta Grazia."  corse rapido: "Sembra che in un albero apparisse la figura della Vergine".

virgentrevignano100Frotte di pellegrini per una statua di Medjugorje come quella di Civitavecchia Ma la Diocesi ci va con i piedi di piombo. Il sindaco nel panico per la viabilità
Se sono lacrime di sangue vero nessuno lo sa davvero. Ma a Trevignano Romano si grida già al miracolo per una nuova statua della Madonna che piangerebbe sporcandosi il volto, proprio come quella di Civitavecchia che lacrimò per 14 volte nel 1995. Anche questa immagine sacra arriva da Medjugorje, proprio come la statuina della città portuale, approdo di crocieristi in visita alla Capitale.

relojtierra100Secondo i calcoli del Global Footprint Network, lunedì 8 agosto il nostro conto corrente planetario andrà a zero. Andremo avanti consumando risorse che appartengono alle prossime generazioni. Le proposte per cambiare: meno carne, più energia rinnovabile, più riciclo

ROMA - L'8 agosto il nostro conto corrente planetario andrà a zero. Niente più risorse rinnovabili disponibili. Niente cibo. Niente legname. Naturalmente non moriremo di fame, le industrie non si fermeranno, le vetrine resteranno straripanti di merci e di cibo. La vita continuerà a scorrere senza scossoni apparenti, ma con una differenza profonda. Dall'8 agosto cominceremo a consumare il futuro: cattureremo animali che non si sono ancora riprodotti, taglieremo alberi che non ricresceranno, prenderemo a prestito una ricchezza che appartiene alle prossime generazioni.

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

ban antimafia

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1 ricagni1
Nuova copertina libro Debora1 books11

libroicontattiuniti139