Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски

Madre Celeste100Di Elisabetta Montevidoni
Il 10 dicembre 2011, nella sala ricevimenti di Villa Anthos a Polignano a Mare si è svolta la conferenza “I Messaggi Segreti della Madonna”. Conferenza promossa dall’Associazione Culturale “Il Punto Infinito” di Mola di Bari con la collaborazione dell’Associazione Culturale Giordano Bruno. In Sala, nonostante la campagna denigratoria e diffamatoria da parte della curia Arcivescovile e delle parrocchie locali nei confronti di Giorgio, erano presenti oltre duecento persone desiderose di conoscenza.
Ha moderato l’incontro il dottor Ugo Lombardi, carissimo amico di Giorgio, che ha introdotto i relatori spiegando la necessità di decifrare segnali premonitori di una realtà che ci precede da migliaia di anni per capire l’importantissimo messaggio che esseri di altri mondi facenti parte di una gerarchia celeste multidimensionale stanno inviando all’uomo oramai giunto al baratro dell’autodistruzione.
Realtà che si può comprendere solo mettendo in relazione il razionale con il non razionale e mettendo in discussione quella falsa cultura intessuta ad arte dalla scienza corrotta del nostro pianeta che attraverso film, documentari e media incutono nell’uomo la paura del diverso e dell’ignoto.
Mara Testasecca, presidente dell’associazione Funima International Onlus  che opera a favore dei diritti dell’essere più indifeso del nostro pianeta, il bambino, ha presentato l’ultimo  progetto  di solidarietà  destinato a potenziare il centro di recupero  Hijos del Sol, rivolto ai  bambini di strada di Asuncion in  Paraguay. Terrificante realtà da cui noi europei siamo lontani anni luce ma di cui siamo diretti responsabili, perché sono proprio questi bambini abbandonati dal governo e senza identità che soddisfano le nostre esigenze più aberranti come il traffico di organi che si nasconde dietro i trapianti e il turismo sessuale. Riccardo La veglia, un giovane che si distingue dalla massa per gli alti valori cristici che manifesta, si è recato sul posto come volontario insieme alla sua compagna Federica operando nel centro per un mese ed oggi è con noi a rendere testimonianza di un angolo del pianeta che è la ripetizione di storie drammatiche che accadono in tante altre parti del mondo e a scuotere i cuori di chi coltiva solo il proprio orticello pensando di essere nel giusto cammino. Sullo sfondo scorrono le toccanti immagini catturate dal fotoreporter fermano Giovanni Carrozzini che i media non ci mostreranno mai perché l’uomo deve essere assuefatto da falsi miti.
Ma è importante, oltre a sviluppare la solidarietà verso il prossimo, comprendere che noi abitanti della terra siamo tutti collegati e se vogliamo evolvere dobbiamo essere partecipi di un progetto divino che l’umanità ha rifiutato duemila anni fa. Progetto che mira all’unione fra i popoli, all’abbattimento delle barriere politiche e religiose per poter costituire una superciviltà dove vige la legge del necessario a tutti e superfluo per nessuno. Dove l’uomo diventa creativo e non distruttivo e vive in simbiosi con Gaia, la terra, macroorganismo di cui l’uomo è l’enzima piramidale.  Dobbiamo riconquistare quella possibilità di redenzione che abbiamo perso avendo preferito  annullare la scintilla divina con i valori materiali egoistici, risvegliando invece la coscienza  ai valori universali di Amore e Giustizia sociale, indispensabili ad aprire il cuore ad una realtà ancora imponderabile per l’umanità e che sono la causa della profonda interconnessione tra tutti gli esseri viventi del Cosmo.
Il ricercatore Pier Giorgio Caria per questioni di tempo è costretto a presentare una selezione dei numerosissimi e preziosi documenti di reperti e filmati inediti di cui è in possesso che testimoniano la visita al nostro pianeta di esseri provenienti da altri lidi fin dall’antichità. I poteri politici, economici e religiosi che dettano legge sul pianeta hanno creato le condizioni per non farci ragionare e discernere rendendoci rigidi e dogmatici. L’uomo fa fatica a comprendere i Segni a causa della sua ignoranza, dice Pier Giorgio,  non è abituato a  studiare profondamente, a ragionare e a mettere in discussione gli insegnamenti impartiti. Crede ancora che gli angeli (messaggeri celesti) siano esseri alati, senza pensare che la rappresentazione simbolica (l’ala rappresenta il volo)  nei dipinti di un’epoca in cui l’unico mezzo per spostarsi era il cavallo, serviva a distinguerli dall’uomo abitante terrestre. Nel XX° e XXI°  secolo con l’innovazione scientifica e la scoperta dell’aereo è più comprensibile capire che anche esseri provenienti dal cosmo, intermediari e messaggeri del divino, facciano uso di apparati  per spostarsi fino al nostro pianeta. E’ logico che la terminologia  “nube di luce”  o il “ carro di fuoco attorniato da occhi” riportati in più passi della bibbia,  nel linguaggio moderno diventa “astronave di luce”. Questa visita occultata dalla notte dei tempi perché sposta il baricentro del Potere si può riscontrare in molti dipinti del XVI° e XV° sec. In particolare Pier Giorgio mostra il famoso quadro della “Madonna col bambino e san Giovannino” da molti definito la "Madonna dell'UFO" o "Madonna del disco volante". Ma andando a ritroso possiamo trovare rappresentazioni di dischi volanti anche nelle pitture rupestri. La  ricerca di eventuali manifestazioni UFO nel passato si chiama Clipeologia  (dal latino clipëus, disco o scudo rotondo: clipeo). Scorrono le immagini di astronavi ritrovate nei grafiti delle caverne di Pech Merle  e di Niaux in Francia, delle statuette Dogu giapponesi di 5000 anni fa che rappresentano esseri scafandrati, poi le prove che nella storia molte persone erano a conoscenza del fenomeno ufologico come  Giulio Ossequente che nel suo “Libro dei prodigi” del IV° sec a.C. parla di “Scudi infuocati” Addirittura il  grande filosofo francese Voltaire in una lettera del 6 giugno 1761 parla di” macchine volanti”. Ma è con la nascita della macchina fotografica alla fine del XIX° sec. che vengono immortalate le prime astronavi somiglianti a quelle rappresentate nei dipinti medievali.
Il disco filmato da Antonio Urzi a settembre di quest’anno è simile ai dischi rappresentati nei quadri di un famoso tempio induista che illustrano la battaglia con i Vimana. Gli stessi esseri che ci visitano oggi comunicano all’umanità attraverso lo spettacolare fenomeno dei simbolismi di antiche culture e religiosi dei Cerchi nel Grano. Tutto questo avalla che la visita extraterrestre è di origine messianica. Esseri cosmici che vengono nel nome di Dio in aiuto all’umanità. La stessa profezia Maya che viene divulgata dai media in modo errato parla della fine di un modo vecchio di vita che deve lasciar posto al nuovo, non di fine del mondo,  difatti al termine di questo ciclo cosmico che culminerà nel 2012, non avremo più possibilità di scegliere  per migliorare il nostro destino e se non avremo fatto scelte etiche non saremo protetti ma saremo risucchiati dalla Legge di Causa ed effetto mentre il cambio planetario sarà determinato dal contatto con civiltà cosmiche evolute, i Signori delle Stelle, e questo contatto precederà o coinciderà con la seconda venuta del Re dell’Universo GesùCristo perché questi esseri sono le Sue milizie angeliche.
Segue l’intervento che tutti aspettano con ansia, quello della voce che grida  e accusa il potere come Giovanni Battista. Giorgio Bongiovanni sei giorni prima, durante la conferenza svoltasi a Buja aveva accusato lo Stato di non far pagare l’ICI al Vaticano e il  potere ecclesiastico non ha tardato a manifestarsi e ad attaccarlo. L’arciprete di Polignano don Gaetano Luca ha invitato i fedeli a non partecipare all’incontro affermando che Giorgio Bongiovanni è un impostore, inoltre è stato diffuso un articolo diffamatorio sul bollettino locale “La Voce del Paese”. Giorgio non è ben visto dalla Chiesa cattolica che lo vorrebbe ubbidiente e molto “prudente” nella divulgazione di una Verità che si discosta dalla dottrina ufficiale ma lui è un messaggero incorruttibile e non può accettare che il Messaggio celeste che deve toccare il cuore dell’uomo venga filtrato e manipolato.
Giorgio  spiega al pubblico di essere un cristiano cattolico amante della Chiesa che Cristo ha fondato duemila anni fa e  di aver fatto battezzare i suoi figli da Don Luigi Ciotti, ma che desidera che i “ mercanti del tempio” del XXI° secolo vengano cacciati con verga di ferro come fece Gesù duemila anni fa perché il Vaticano è infestato da criminali e delinquenti. Poi invita i presenti a far sentire la propria voce quando vanno in Chiesa a prendersi la comunione perché la chiesa deve essere ripulita dai vescovi e dai criminali corrotti.
Giorgio lancia un Messaggio all’Istituzione Vaticana: - “Accetto le critiche  ma se vengo diffamato e calunniato sorge il problema. Non provocatemi, lasciatemi in pace altrimenti vi scateno una guerra che non vi potete nemmeno immaginare perché ho raccolto documenti dalla magistratura, dalla polizia, sui misfatti della Chiesa Cattolica, io faccio il giornale Antimafia perché voglio ripulire la mia terra e lo Stato dalla mafia, non voglio attaccare la Chiesa ma se lo Stato e la Chiesa mi attaccano io mi difendo perché sono un cittadino fedele alla Costituzione…
Io voglio vedere gli uomini amarsi ma il problema dell’uomo è l’ignoranza…l’uomo è nato per amare e per evolversi e non per autodistruggersi…noi siamo un universo in miniatura, un microcosmo nel macrocosmo, per questo Dio ci ha fatto a Sua immagine e somiglianza…io attacco la mia Chiesa perché vive lontana da Cristo…questa società promuove il successo, l’ambizione, lo schiacciare gli altri, il non essere solidali…dobbiamo cambiare…essere umili, avere il senso della giustizia e dare la faccia…io ho il compito di risvegliare anime a Cristo, la giustizia la applicherà Lui quando ritornerà…molti credenti e praticanti saranno mandati all’Inferno per la loro ipocrisia,  mentre molti atei saranno premiati per aver realizzato Cristo nel loro cuore con le opere”.
La forza satanica ha sempre corrotto gli uomini rivestiti di potere affinché la Verità tardasse a trionfare sulla terra. La santa Inquisizione che è servita a tappare la bocca di geni venuti in missione sulla terra per illuminare il cammino dell’uomo è stata soppressa ma quel potere diabolico ha continuato a serpeggiare con astuzia tra gli abiti talari e questa volta il tentativo di mettere a tacere la voce di un testimone della Giustizia divina non sarà palese alla gente, l’opera sarà commissionata ad arte, ma i giusti come Giorgio non temono la morte perché la loro vera patria è l’eternità e la dimensione della Luce, essi vengono in missione per rendere gloria al Cristo e liberare la terra dal Male.

Seguirà la cronaca di approfondimento con i discorsi spirituali di Giorgio
Con affetto fraterno
Elisabetta
Segreteria dal Cielo alla terra
Sant’Elpidio a Mare, li 12 dicembre 2011
 

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1books11
  libroicontattiuniti139copertina italiano140