Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски
librocolonnaDi Paron Valter 
Buon giorno signor Colonna, ho letto il suo libro “Lo stigmatizzato Giorgio Bongiovanni e il suo profetismo, un discernimento spirituale”. Desidero risponderle in merito con imparzialità senza lasciarmi condizionare dal rapporto di amicizia del quale mi onora Giorgio Bongiovanni e naturalmente secondo le mie capacità intellettive considerando che non sono teologo o persona saggia come lei (ma non molto sapiente. Si sa, la sapienza proviene da Dio) ma comunque da buon cristiano credente in Gesù Cristo, nostro salvatore, colui che si è fatto uomo e si è lasciato crocifiggere per la nostra salvezza, colui che ha anche detto “non vi lascerò orfani, ritornerò in mezzo a voi”.
Non ho apprezzato molto la modalità con cui si  rivolge a noi lettori, quindi anche a me, chiedendoci di fare discernimento su Giorgio Bongiovanni. Lei forse sa che non lo abbiamo fatto? Per mia natura faccio sempre discernimento in base a determinati parametri che sono: l'onestà, la semplicità, l'altruismo, l'intelligenza, l'amore, il rispetto ecc...   

Lei arrogantemente ci etichetta creduloni e ignoranti in materia di religione quindi criticare il suo libro non è cosa facile per me che non conosco bene le sacre scritture, ma vorrei farle notare alcuni punti. Nella Prefazione lei inizia allacciandosi al punto 91 dell’ESORTAZIONE APOSTOLICA POSTSINODALE SULLA CHIESA IN AFRICA di Papa Benedetto XVI  “...per un leader che pretende di avere dei doni eccezionali..” su questo concetto, come lei giustamente spiega in seguito, il Papa non sta parlando di Giorgio Bongiovanni e, aggiungo io, altrimenti sarebbe da considerarsi pazzo, visti i segni che egli porta sul suo corpo cioè le stigmate. C’è cosa più eccezionale di questo dono? Perchè di questo si tratta, di un dono. Mi sembra non ci sia stato nella Storia nessun alto prelato dell’istituzione cattolica a portare questi segni. (non ne è stato degno nessuno?)

Lei scrive che Giorgio Bongiovanni e quanti lo seguono si sono messi contro la fede cattolica e contro i suoi pastori. Nel vangelo si parla del gregge e del buon pastore (Gv 10, 7-18) il quale “entra dalla porta principale e parla con le sue pecore e le pecore lo ascoltano, ma chi entra di nascosto è un mercenario e un ladro e non gli importa niente delle pecore e quando viene il lupo per rapirle e disperderle fugge”, che tipo di pastore è lei?   

Lei scrive "…facendo vedere che la verità sta dalla parte della chiesa cattolica e non di questi movimenti sincretisti e sette”. Mi può spiegare perchè Padre Amorth nel suo libro "L'ultimo esorcista" ha scritto di sette sataniche in Vaticano che fanno riti satanici?  Di questo lei sicuramente è al corrente. Come si suol dire “due pesi due misure”.    

Lei riporta, dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Tessalonicési "non spegnete lo spirito, non disprezzate le profezie, vagliate ogni cosa, tenete ciò che è buono, astenetevi da ogni specie di male". Forse lei nella sua immensa saggezza non è riuscito a fare discernimento su queste parole. Mi permetto di aiutarla, guardi che san Paolo parlava a voi portatori della parola di Dio.  

Lei ha la pretesa di dire sig. Colonna che il suo libro è portatore di verità nella fede. Qualcuno che parlava con gli extraterrestri diceva: la verità non si vende e non si compra. E’ un buon parametro per fare discernimento tra il suo libro e quelli di Eugenio Siragusa e Giorgio Bongiovanni. Considerando poi che il suo libro è composto di molti copia incolla da altri testi, poteva anche farlo costare meno.

Mi prendo la libertà di fare una battuta sul punto dove a pag.17 porta l’esempio della banca. Beh si, l’istituzione cattolica è esperta in materia infatti più che un tempio è una banca. Lei riporta gli scritti di Sant’Ignazio il fondatore dell'ordine a cui appartiene. Li avete mai fatti gli ESERCIZI SPIRITUALI che tanto decanta per avvallare la sua autorità e capacità di giudizio con discernimento? Io pensavo Gesù avesse fatto una sola Chiesa,  invece si sono sviluppati negli anni molti ordini religiosi a volte in disaccordo tra loro. Probabilmente è un disegno DIVINO che solo voi portatori della croce conoscete. Gesù disse: fate quello che vi dicono non fate quello che fanno.  


Lei riporta a pag. 19 - 20 un' esperienza personale con una donna, Antonella Fioritti, che diceva di vedere la Madonna..  Ritengo molto grave quanto scrive, lei che porta al collo la croce  "...il mio giudizio"...uno dei motivi del mio giudizio" e  “E' impossibile che Dio scelga come suo profeta una donna che ha la fama di essere una menzognera, perché manca della base umana che la rende credibile davanti alla chiesa". Mi spiego, (cercando di non farle perdere tempo, lei è molto impegnato a salvare le anime dal sincretismo e dalle sette) ma non era stato detto "non giudicate per non essere giudicati?" Chissà chi lo disse. Sicuramente un Profeta che voi non conoscete e poi con che arroganza vi permettete di dire che Dio non può fare quello che vuole? Lo volete forse condizionare o forse voi avete il copyright? Faccia discernimento.

A pag. 23 copia e incolla una lettera di Giacomo, (ma perchè se conoscete tutte queste cose non le avete messe in pratica) "....per coloro che fanno opera di pace viene seminato nella pace un frutto di giustizia". Parole sacre quelle di Giacomo infatti la Chiesa Cattolica fa proprio così: investimenti sulle armi, riciclaggio di denaro mafioso, corruzione, omicidi, torture. Le ricordo la vostra santa inquisizione e poi in Argentina al tempo del presidente e dittatore Jorge Rafael Videla quando rappresentanti della Chiesa benedivano e perdonavano i peccati in nome di Cristo alle vittime prima che fossero gettate dagli aerei nel Mar del Plata.     
 
L’elenco di reati è lungo, non ultima la pedofilia, le violenze che avete inflitto a minorenni sempre in nome di Cristo ma Lui disse "guai a chi sarà di scandalo a solo uno di questi piccoli". Molti preti o prelati sono stati di scandalo a migliaia di questi piccoli. Pensa che Cristo abbuonerà tutto questo e molto altro perpetrato nel nome di Dio Padre e Suo negli ultimi 1500 anni? Sarebbe meglio che invece di perdere tempo a offendere Giorgio Bongiovanni lei cominciasse a denunciare le nefandezze di rappresentanti della Chiesa Cattolica spiegando loro la lieta novella, il vangelo e consigliando di fare discernimento! Certo, così facendo lei metterebbe a rischio la propria vita ma Cristo disse: "chi perderà la propria vita nel mio nome vivrà in eterno". Io ho fatto discernimento e le dico che se non farà così la riterrò complice, se invece seguirà il mio consiglio io e molti altri l'appoggeremo.

Potrei continuare l’elenco dei vostri crimini risaputi e che stanno venendo alla luce ma termino con  un’ultima esortazione: la Chiesa Cattolica, l'Istituzione, ha commesso molti errori ma se si pente e si ravvede può ancora salvarsi e quintuplicare i suoi fedeli però deve fare due cose molto importanti che sono vendere tutto, darlo ai poveri, prendere la propria croce e seguire Cristo e per secondo dire BENEDETTO COLUI CHE VIENE NEL NOME DEL SIGNORE.

Buon lavoro signor Colonna

Paron Valter  
25/06/2012

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1books11
  libroicontattiuniti139copertina italiano140