Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски

2018 12 26 giorgio e pier200Por Agustín Saiz

Monte Urano, Italia – 26-12-18

Questo Natale non è stato “uno come gli altri”, sono successe tante cose e la missione va avanti… Un nuovo capitolo nel vangelo della fine dei tempi inizia e siamo pronti per far parte della storia che si apre come un frattale in ognuno di noi, secondo il luogo in cui ci troviamo. La nostra missione è planetaria e mentre in Italia si succedono eventi cruciali che ci segneranno per sempre, in ogni parte del mondo le circostanze ci impongono di divenire protagonisti in modi diversi. A non rimanere con le braccia incrociate! Le trasformazioni politiche, sociali e climatiche avanzano e cambiano la mappa del mondo giorno per giorno. Possiamo attraversare il portale dei tempi solo se trasformiamo il nostro progetto di vita in uno a favore del prossimo. Per questo dobbiamo essere protagonisti della nostra storia senza aspettarci niente in cambio, né speculare neanche per un momento. Facendo ciò che il cuore comanda arriveremo al nostro destino con una nave che ha avuto il coraggio di attraversare l’oceano affidandosi solo ai venti e al mare. Non stiamo aspettando il ritorno di Cristo, ma è la storia che converge nella restaurazione del Suo regno. Giorgio è il nostro esempio da seguire, la sua croce ci ha guidato per circa 30 anni come un faro nell’oscurità e sappiamo che formiamo parte insieme a Lui di questa odissea.

... Auguro a tutti un felice Natale cari amici, anche coloro che ci ascoltano, noi non abbiamo niente, a noi non interessano le ricchezze della materia, siamo felici di vivere cosi, non ci manca niente. Non ci manca il riscaldamento, il telefono… Ma non abbiamo ricchezze, non le vogliamo perché la nostra famiglia e tutti gli amici che ci onorano di affiancarci, non siamo di questo mondo. Non ci sentiamo di appartenere a questo pianeta. Non mi disgusta il pianeta, il pianeta lo adoriamo, lo sentiamo come una madre. Amiamo gli animali, le piante, tutto ciò che questa Terra Madre ci dona, ma non siamo d’accordo e reagiamo con molta forza e violenza intellettuale quando attaccano questa terra e la vogliono distruggere con l’inquinamento, con gli omicidi, con la violenza.

I miei figli, i miei amici amano i bambini, perché i bambini sono la rappresentazione fisica del Dio vivente, sono Dio… Quando vedo una bambina cosi che circola in mezzo a noi, quello è Dio che si manifesta nell’innocenza, nella purezza, nell’amore incondizionato che i bambini ci danno. Quindi noi siamo qui nell’attesa della venuta di questo figlio di Dio che abbiamo riconosciuto in Gesù Cristo. Facciamo delle opere e le nostre opere sono sotto gli occhi di tutti. Alcuni ci odiano, ci detestano, ma non hanno nessun interesse nel fare quello che facciamo. Perché non capiscono, non sopportano che possano esistere esseri che amano gli altri… Chi mi può dire più nulla? Io sono qua nelle Marche da 30 anni, sono sempre lo stesso e non sono cambiato mai. Nemmeno i vestiti che ho addosso sono miei. Come si può pensare che uno per 30 anni prende in giro gli altri senza accumulare ricchezze, senza avere alcun interesse? Ho accumulato tante ricchezze nel mondo di amici e questo forse provoca invidia. Tantissime bellissime persone che mi vogliono bene davvero, amano me e la mia famiglia. Una famiglia unita. Il Papa predica tanto la famiglia unita, la mia è una famiglia unita è indissolubile. Ci vogliamo bene con i miei figli, con la mia compagna, con la mamma di Giovanni, con le persone che mi assistono tutti i giorni. Cerchiamo di fare il nostro dovere, che è anche fare la lotta contro la mafia, questo dà fastidio e genera invidia. Io da tempo vivo a Palermo, faccio avanti e indietro con le Marche, appunto perché voglio dare il mio contributo contro quella organizzazione criminale che si è infiltrata fino a dentro lo stato, fino a dentro a coloro che ci governano. Questo facciamo e poi siamo un po’ visionari, un po’ matti, perché pensiamo che esistano esseri di altri mondi. Questa conferenza che Pier Giorgio vi ha presentato l’abbiamo intitolata “Natale con Cristo e con il Cosmo”. Noi siamo dentro il cosmo, noi stiamo viaggiando con la nostra astronave terra intorno al sole. In questo momento in cui stiamo parlando, stiamo viaggiando. Siamo alla fine di un ennesimo giro che abbiamo fatto intorno al sole. In 365 giorni abbiamo fatto un altro giro intorno al sole e mentre giriamo intorno al sole, i pianeti girano intorno al sole, il sistema solare si muove dentro la galassia, la via lattea… che si muove verso il centro. Questo grande sistema solare cammina e si muove verso il centro della galassia che è composta da 100 miliardi di stelle. La via lattea, che è una specie di serpente, a sua volta cammina nell’universo. Quindi noi siamo dei viaggiatori dell’universo e non ce rendiamo conto. All’interno di questa galassia, di questo universo, ci sono miliardi, di miliardi di miliardi di altri esseri come noi, diversi da noi e più evoluti di noi. Noi li abbiamo conosciuti perché questi esseri hanno visto a noi, alla nostra famiglia, alla mia famiglia, a me, diversi dagli altri, cioè noi non vogliamo far parte né vogliamo sposare gli usi, le tradizioni di questa società ammalata di soldi, di materialismo. Quindi questi esseri si sono avvicinati a noi, ci hanno parlato, ci hanno detto che conoscono il Cristo, che amano il Cristo e che sono vicini a Lui come lo siamo noi, quindi siamo diventati amici di questi esseri e divulghiamo i loro messaggi di pace, di fratellanza… e di giustizia. Perché attenzione, il Dio che voi immaginate e che la chiesa cattolica o le altre religioni vi hanno presentato è un Dio che non esiste. Dio è giusto. È misericordioso, ma è anche giusto, quindi se noi continuiamo a tirare la corda cercando di distruggere il mondo con una guerra nucleare per esempio, questa corda si spezza e Dio interverrà con tutta la sua giustizia. Leggete la bibbia… Cristo parla della giustizia di Dio. C’è il diluvio universale, la storia di Sodoma e Gomorra, Dio interviene a volte nella storia con la sua autorità. E questo è il tempo in cui può intervenire con la sua autorità e fare giustizia. Gli strumenti di Dio non sono i carri armati né tanto meno gli aerei, sono le forze della natura e quando Dio scatena le forze della natura non c’è più speranza che l’uomo possa sconfiggerle. Quindi facciamo le buone azioni, siamo vicini alla giustizia, non pensiamo alle cose materiali sempre, ma pensiamo alla persona che ci sta a fianco, al bambino che ha bisogno, a chi opera nel settore della giustizia e cerca la verità. Dobbiamo essere seminatori di bene perché quando ritornerà Cristo giudicherà le nostre opere. Non la nostra fede. Giudicherà le nostre opere. Quindi dobbiamo essere tutti operai nella vigna del Signore. Vi auguro tutto il bene che Dio vi possa concedere a tutti. Io mi sto occupando di giovani da mesi, è da un paio d’anni che seguo un gruppo di giovani a livello nazionale e internazionale. È un gruppo di centinaia di ragazzi che mi seguono, io li guido, li coordino, per me sono stati ispirati da Dio. Hanno creato una compagnia teatrale e vogliono dare un messaggio d’amore, di giustizia, di protesta, di denuncia, di cambiamento con l’arte…”.

Non c'è modo più semplice di esprimerlo, mentre il mondo avanza nella sua pazzia, un "personaggio" stigmatizzato insieme alla sua famiglia e ai suoi amici, custodisce un tesoro apertamente e in modo disponibile a tutti coloro che cercano la verità. Chi si accinge a scrivere la storia di questi giorni senza volerlo considerare protagonista, non ci riuscirà, perché attorno ad essi e ai loro passi si stanno delineando quei cambiamenti definitivi che segnano l'umanità. Non rimarrà niente di questa versione distorta della realtà di oggi, somministrata con il contagocce dai mezzi al servizio del potere. I grandi eventi accadono davanti ai nostri occhi ed il piano planetario è in pieno svolgimento. Guidati dal gran monarca solare, oggi i suoi Figli stanno lavorando insieme a noi per l'alba del nuovo mondo. E lo fanno solo per amore verso di noi. E questa è anche la croce che vediamo, tocchiamo e che ci accompagna, sempre.

Agustín Saiz

10 gennaio 2019

Video conferenza: https://www.youtube.com/watch?v=fuJAFaoFdCo&t=665s

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1books11
  libroicontattiuniti139copertina italiano140