Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски

037200DAL CIELO ALLA TERRA                 

HO SCRITTO IL 3 FEBBRAIO 2012:

LA FONTE DALLA QUALE RICEVO I MESSAGGI E LE PREVISIONI È CRISTALLINA E DIVINA. IL CREDERE O NON CREDERE NON CAMBIA IL CORSO DEGLI EVENTI.
SOLO POSSO RINGRAZIARE CON TUTTO IL MIO CUORE I MIEI FRATELLI EXTRATERRESTRI CHE MI ONORO DI SERVIRE DA 35 ANNI.
LEGGETE, MEDITATE E DEDUCETE LO STUDIO RICERCA ELABORATO DALLO STUDIOSO E AMICO PIER GIORGIO CARIA.
 

 IN FEDE
G.B.


PROFEZIE ED ELISIR DI LUNGA VITA: IL GRANDE INGANNO DEL FUTURO?
di P.G. Caria – 2 febbraio 2012

E' da molto tempo che mistici e veggenti ci fanno predizioni sul futuro del mondo, anticipando eventi che marcheranno in modo indelebile la storia dell'umanità. Un tema che, in questo drammatico momento della storia, risulta ancora più importante, dati i gravissimi rischi autodistruttivi che stiamo correndo sul piano ambientale ma anche umano, a causa della terribile crisi economica mondiale e delle guerre già in atto che, a causa della crisi economica e delle risorse,  potrebbero sfociare in un conflitto mondiale combattuto anche con armi nucleari.

Sono innumerevoli i personaggi che hanno parlato della gravità di questa nostra epoca e, tra i tanti, inizio prendendo in esame alcune profezie fatte dalla stimmatizzata Teresa Neumann, che ho scelto per la chiarezza e la precisione simbolica con cui ha descritto, anticipandoli, i tempi che stiamo vivendo ora. L'elezione di Papa Giovanni XXIII, lo sbarco dell'uomo sulla luna nel 1969, l'attentato a Papa Giovanni Paolo II, sono alcune  delle profezie poi avveratesi fatte dalla veggente.

Nei suoi sogni e visioni profetiche Teresa indica il massimo potere e dominio delle incarnazioni sataniche in un periodo che lei chiama “l'età di Caino”, che comprende gli anni tra il 1999 e il 2017. Disse esattamente che: “...la grande piaga si aprirà nel 1999 e sanguinerà per diciotto anni: sarà questo il tempo di Caino".

Diciotto anni sono la somma del numero della bestia, cioè 6+6+6=18, svelato dall'apostolo Giovanni nel libro dell'Apocalisse. Anche per altri profeti come Nostradamus, il Ragno Nero e l'Abate Ladino, questo periodo “...è un tempo di grandi cambiamenti, di grandi tensioni ma, soprattutto, è il tempo del “Serpente Antico”.

Allo stesso modo, nelle profezie Maya il periodo che è iniziato nel 1999, in concomitanza con la grande eclisse che c'è stata quell'anno e ben vista anche in Italia, era un tempo di grandi cambiamenti che hanno definito “Il Salone degli Specchi”. In questo periodo, dicono i Maya, gli eventi mondiali sarebbero stati sempre più accelerati ed eclatanti, mettendo l'uomo davanti ai tremendi effetti delle sue folli scelte, energia nucleare in primis.

Teresa dice che in questo periodo storico ".... vedo rovesciare sulla terra una cesta piena di serpenti, che strisciano sulle città e sulle campagne, distruggendo tutto". Sarà in questa età di Caino che trionferanno "l’ignoranza, il disprezzo per la cultura, l’arroganza, la superbia, la violenza, il materialismo".

E dice ancora:"Sul trono più elevato ho visto sedere il serpente dei serpenti. E ho visto l’asino dettare legge al leone... In quel tempo, troppi leoni avranno il cuore dell’asino e si lasceranno trarre in inganno". E aggiunge:" Ho visto affidare il mondo a bestie orrende, con la testa d’asino e il corpo da serpente”. (http://www.escatologia.biz/baschera_tneumann01.htm)

Molto interessante la frase in cui la Neumann dice:"Sul trono più elevato ho visto sedere il serpente dei serpenti...”, un concetto che affronteremo di nuovo più avanti cercando di dare una connotazione più chiara su chi possa aver indicato Teresa Neumann con questo termine.

Il vaticinio della Neumann termina così: “arriverà un momento in cui l’uomo e la terra saranno sporchi e corrotti a tal punto che non ci sarà altra soluzione al di fuori di quella di una pulizia generale, di un diluvio. Ma questa volta sarà un diluvio di fuoco".

Quest'ultimo concetto è un chiaro riferimento a molte profezie ed anche al contenuto del cosiddetto “Testo Diplomatico” del Terzo Segreto di Fatima, dove si parla di una grande guerra in cui fuoco e fumo cadranno dal cielo e gli oceani diverranno vapore.

(http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/3d-segreto-di-fatima/il-segreto-di-fatima.html - http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/3d-segreto-di-fatima/speciale-segreto-di-fatima.html - http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/3d-segreto-di-fatima/congregazione-per-la-dottrina-della-fede.html)

E' vero che nella versione ufficiale diffusa il 26 giugno del 2000 questo discorso è scomparso, ma le innumerevoli critiche sorte anche da importanti vaticanisti come il giornalista Antonio Socci, autore del libri “Il quarto segreto di Fatima”, indicano che la rivelazione è stata parziale e non tutto è stato pubblicato anzi, secondo la testimonianza di Monsignor Loris Capovilla che lesse il testo del messaggio assieme a Papa Giovanni XXIII, di cui era segretario personale, esisterebbero addirittura due testi del Terzo Segreto di Fatima. (http://www.antoniosocci.com/libri/il-quarto-segreto-di-fatima/) Inoltre queste parole riflettono non solo quanto riportato nella versione diplomatica del terzo segreto di Fatima e da Teresa Neumann, ma le troviamo anche in innumerevoli altre profezie.

Va aggiunto, e questo è molto importante, che lo stesso Papa Benedetto XVI nel suo viaggio a Fatima, nel Maggio del 2010, ha rilasciato importantissime dichiarazioni che sono abbastanza in contraddizione con quanto da lui stesso affermato nel 2000, quando era ancora il Cardinale Joseph Ratzinger.  All'epoca, infatti, passò il messaggio che la profezia di Fatima si era conclusa con l'attentato a Papa Wojtyla mentre, durante la messa celebrata il 13 maggio, nel Santuario Mariano portoghese, davanti a 500 mila fedeli, lo stesso Papa Ratzinger ammonisce che Si illuderebbe chi pensasse che la missione profetica di Fatima sia conclusa” e che essa è un messaggio contro “i gretti egoismi di nazione, razza, ideologia, gruppo, individuo”. (http://www.corriere.it/politica/10_maggio_13/papa-fatima_45da035e-5e76-11df-91f2-00144f02aabe.shtml)

Precedentemente a queste affermazioni Benedetto XVI aveva anche dichiarato che nel Terzo Segreto di Fatima sono indicate realtà del futuro della Chiesa che man mano si sviluppano e si mostrano”, riferendosi ai gravi scandali di atti di pedofilia operati dai prelati.  

Quindi il Papa sconfessa se stesso ammettendo che ancora il terzo messaggio della Madonna di Fatima deve giungere al suo compimento che, ragionando in base a quanto affermato dalla Neumann, potrebbe accadere entro l'anno 2017.

La domanda che ora sorge spontanea è: abbiamo dei riscontri sul piano umano che questo periodo e questa data abbiano un reale riscontro nei fatti? Ebbene la risposta è si, e anche da fonti autorevoli, andiamo a vederne alcune.

Nella primavera del 1997 si costituisce negli U.S.A. l'Organizzazione non-profit Project for the New American Century, Progetto per il Nuovo Secolo Americano, conosciuta anche come PNAC, uno dei principali “Think-Tank”  (serbatoio di cervelli) dei neoconservatori americani, di cui fanno parte personaggi come Dick Cheney, Donald Rumsfeld, Paul Wolfowitz, Jeb Bush, fratello dell'ex presidente George W. Bush. Da questo gruppo di uomini scaturisce quel terribile documento conosciuto come Rebuilding America's Defences: Strategies, Forces And Resources for a New Century”, (http://www.kelebekler.com/occ/pnac.pdf) nel quale sono fissate le strategie necessarie per realizzare il dominio economico e militare globale da parte degli Stati Uniti d'America. Il documento fu pubblicato nel settembre dell'anno 2000, viene quindi redatto proprio a cavallo dell'anno 1999. Ed è proprio in quel progetto che è stato fissato il concetto di “guerra infinita” da cui sono scaturiti, direttamente o indirettamente, tutti i gravissimi eventi che hanno segnato la storia degli ultimi anni: l'attentato alle Torri Gemelle dell'11 settembre 2001, la guerra in Iraq, in Afganistan, in Libia, le varie crisi politiche ed economiche, l'abolizione di molte delle libertà democratiche ecc, e che segneranno il prossimo futuro entro breve tempo, se consideriamo l'attuale crisi che coinvolge la Siria e il sempre più imminente attacco all'Iran. Notevole il fatto che nonostante sia cambiata l'amministrazione americana, con l'arrivo alla presidenza di Barack Obama, nulla sia cambiato. Cambiano le facce ma non i piani... è evidente che il vero potere decisionale si trova da un'altra parte.

Già da questo vediamo con chiarezza che il riferimento della Neumann al periodo tra il 1999 e il 2017, il tempo di Caino, in cui vede "rovesciare sulla terra una cesta piena di serpenti, che strisciano sulle città e sulle campagne, distruggendo tutto"è incredibilmente confermato ma, cosa ancor più sconvolgente, in quel documento del PNAC si dice che entro il 2017 la Cina sarà in grado di contrastare politicamente, economicamente e militarmente, la potenza americana a livello mondiale. E' chiaro, perciò, che per gente che ragiona solo in termini di potenza militare, dire che la Cina va fermata prima che possa diventare, già nel 2017, una minaccia seria all'egemonia Usa significa una sola cosa e cioè guerra! Guerra con la Cina entro il 2017. Il futuro che il gruppo dirigente U.S.A. prepara per il mondo è segnato da un tremendo conflitto militare con uno Stato, la Cina, che ha un poderoso armamento atomico. Senza contare che anche la Russia, altro paese nucleare, dopo anni di assenza dalla scena internazionale, ora vi rientra, ed è fermamente intenzionata a recitare una parte tutt'altro che da comparsa e i suoi interessi, lo si vede chiaramente dagli ultimi fatti di politica internazionale, collimano con quelli della Cina. Per cui ci troviamo concettualmente e temporalmente, esattamente entro il periodo dato dalla Neumann, i 18 anni del “tempo di Caino” che terminano, appunto, nel 2017.

Anche attraverso le parole di un importante personaggio come il Principe Carlo d'Inghilterra emerge l'importanza di questa data come termine ultimo per salvare la Terra e i suoi abitanti. Con grande stupore di tutti, nel marzo del 2009, parlando ad oltre 150 dirigenti d’azienda, al convegno di Rio de Janeiro in cui si discuteva sulle misure da adottare per combattere la crisi economica a livello mondiale, il principe Carlo ha lanciato un avvertimento agghiacciante: il tempo per salvare il pianeta sta scadendo, restano solo 100 mesi. Queste le parti più salienti del suo discorso: “Le proiezioni più ottimistiche ci dicono che abbiamo meno di 100 mesi per modificare il nostro comportamento, prima che i cambiamenti climatici comportino rischi catastrofici ed orrori inimmaginabili. Le difficoltà che il mondo affronta oggi saranno nulla in confronto ai concreti effetti che il riscaldamento globale avrà sull’economia mondiale. I primi risultati sono che in vaste aree del mondo moltissime persone sono costrette sin da ora a fuggire da inondazioni o siccità. C’è incertezza sulla produzione di cibo e sulla mancanza di acqua e, naturalmente, sulla crescente instabilità sociale e di potenziali conflitti. Essa incide sul benessere di ogni uomo, donna e bambino sul nostro pianeta”.

I 100 mesi di cui parla il Principe Carlo sono poco più di otto anni e, considerando che il discorso è stato fatto nel marzo del 2009, arriviamo esattamente al 2017... penso che storia e profezie vadano, per l'ennesima volta, di pari passo unendosi in un terribile e mortale abbraccio senza che la popolazione mondiale e i potenti del mondo, diano il benché minimo segno di presa di coscienza di questi tremendi avvertimenti. Notevole anche il fatto che il mese successivo dello stesso anno, nell'aprile del 2009, il Principe Carlo è venuto in Italia lanciando lo stesso drammatico appello in un incontro ufficiale con Papa Benedetto XVI e al Parlamento italiano. L'indicazione dei 100 mesi non era peregrina, infatti in Italia il Principe ha detto che mancano 99 mesi al punto di non ritorno. (http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/ambiente/carlo-inghilterra-rinascimento/visita-istituzioni/visita-istituzioni.html)

Teresa Neumann, nelle profezie citate, ci ha descritto concettualmente e temporalmente, lo scenario, purtroppo reale, dei tempi in cui stiamo vivendo ma, certamente, non è stata la sola. Molti altri mistici e veggenti hanno avvisato dei gravissimi rischi a cui andiamo incontro se non cambiamo il nostro modo di vivere. Accorati messaggi della Madre Santissima e dello stesso Gesù, hanno esortato, sinora inutilmente, a un reale e radicale ravvedimento dell'umanità. Eppure, nonostante l'indifferenza dell'uomo, gli appelli che arrivano dalla sfera divina non cessano, anzi...

In epoca più recente a profeti, mistici e veggenti, si sono aggiunti i messaggi provenienti da esseri cosmici che visitano il nostro pianeta in questo tempo di gravi crisi. Messaggi dati ai contattisti, persone cioè che durante incontri con questi esseri evolutissimi provenienti da altri mondi, ricevono da loro anticipazioni sul futuro che attende l'uomo, sulle cause che le hanno generate e sulle possibili soluzioni da adottare. Agli studiosi del tema sono ben noti i nomi di George Adamski, Howard Menger, Eugenio Siragusa ecc.

Tra tutti costoro un posto particolare spetta a Giorgio Bongiovanni che oltre a essere un contattista è anche un veggente stigmatizzato, portatore quindi di un sincretismo che unisce l'aspetto trascendente a quello cosmico.(http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/la-storia.html)

Dal lontano 2 settembre 1989, data che segna l'inizio della sua esperienza, ad oggi, un notevolissimo numero di messaggi di origine divina e cosmica hanno ammonito, anticipato e consigliato in relazione ai gravi problemi in cui ci dibattiamo.

Ed è da fonte Extraterrestre che arriva un messaggio che è chiaramente una espansione nei minimi dettagli, del concetto espresso da Teresa Neumann quando ha affermato che "Sul trono più elevato ho visto sedere il serpente dei serpenti...”. Il messaggio in questione è giunto a Giorgio Bongiovanni il 2 settembre 2010, ventunesimo anniversario della prima stigmatizzazione avvenuta a Fatima nel 1989, dall'essere di luce che si fa chiamare Ashtar Sheran, durante una sanguinazione dalle stimmate che ha lasciato ai quattro angoli del letto dove è avvenuto il miracoloso fenomeno, quattro croci di sangue. In questo importantissimo comunicato, tra le altre cose, viene rivelato che è avvenuta l'incarnazione dell'Anticristo, di Arimane, il figlio di Satana. Le parole esatte sono: “...COSTUI HA GIÀ PRESO CORPO ED È PRESENTE ED OPERANTE SULLA TERRA AGLI ORDINI DI SUO PADRE SATANA-LUCIFERO. EGLI È IL VERTICE PIRAMIDALE DI UNA COMMISSIONE INTERNAZIONALE GIÀ OPERANTE DA DECENNI NEL VOSTRO MONDO CHE HA IL COMPITO DI SCHIAVIZZARE, SOTTOMETTERE E ANNIENTARE LA SPECIE UMANA. LA LORO FORZA: IL DENARO. LE LORO ARMI: LA GUERRA, LA FAME, L’INQUINAMENTO E L’INGANNO TEOLOGICO. SONO DOTATI ANCHE DI STRUMENTI MOLTO EFFICIENTI E SPIETATI (CRIMINALITÀ ORGANIZZATA). L’ANTICRISTO, IL PRINCIPE DELLE TENEBRE, INGANNERÀ MOLTI E SI PROCLAMERÀ MESSIA E SALVATORE DEL MONDO...”

(http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/messaggi-2010/2378-2-settembre-2010-teologia-applicata.html)

Molti esageti hanno tentato di capire a quale trono si riferisse la Neumann e le ipotesi sono state molte ma nessuna definitiva. Dal messaggio ricevuto da Giorgio Bongiovanni mi sembra chiaro, per deduzione, che la Neumann si riferisse al trono che rappresenta oggi il massimo potere che domina le masse e cioè l'economia, il denaro. Ritengo che a quei tempi non poteva essere più chiara in quanto non sarebbe stata compresa. Quindi non a caso Arimane, secondo quanto dice il messaggio, si è incarnato come il capo di questa super-commissione la cui forza è rappresentata dal denaro. Oggi più che mai, lo stiamo vivendo sulla nostra pelle e, soprattutto, lo vivono le migliaia di bambini che ogni giorno muoiono di fame e milioni di disperati vittime di soprusi e violenze di ogni genere e tipo, guerre comprese. Dopo questo messaggio, in varie riunioni, Giorgio Bongiovanni ha ulteriormente approfondito i concetti che, in sintesi, sono presenti nel comunicato del 2 settembre 2010. Uno di questi è l'inganno che questo essere demoniaco porrà in essere e grazie al quale si proclamerà salvatore del mondo. Potrebbe essere un farmaco. Dice Giorgio, che allunghi di qualche decina di anni la vita umana ma con effetti collaterali terribili che verranno taciuti. Riporto alcuni stralci di questi discorsi.

Il 2 settembre 2010, giorno stesso in cui ha ricevuto il messaggio, commentandolo con alcuni amici si esprime in questi termini rispondendo alla domanda se anche gli Eletti potessero essere ingannati: “...allungare la vita di trent’anni. Non pensate che questo sia una importante trovata per essere osannato? L’elisir di lunga vita è un inganno. Sappiamo bene che non è la vita fisica quella che conta...”  

In un altro incontro del 21 maggio 2010 approfondisce ulteriormente il concetto:

“Esiste un processo, che spero gli uomini non scoprano mai, attraverso il quale l’energia nucleare può prolungare la vita di altri duecento, trecento anni. Un processo del quale non esiste ancora una teoria o alcun esperimento, ma che alcuni scienziati diabolici a servizio del potere hanno intuito: è questo il motivo per cui si insiste con l’energia nucleare. Io lo so perché io le notizie le ricevo dagli extraterrestri. Io vi dico la Verità, l’assoluta verità, e tra vent'anni vedrete che mi daranno ragione... Questo è uno dei possibili 'miracoli' sul quale il mio nemico anticristo sta lavorando investendo enormi somme di danaro. Un miracolo che lui utilizzerà per proclamarsi Dio e davanti al quale miliardi di persone si inginocchieranno. Il Papa gli darà la benedizione e tutti gli crederanno. Un elisir di lunga vita, messo a disposizione di tutti sotto forma di pillola, con effetti collaterali micidiali, mortali, che rende l'uomo sterile, radioattivo e che produce l’harbar. Aumenterà l’istinto ad uccidere, a violentare, a sopraffare e il mondo sarà ancora più imbestialito. Ci sarà solo l’inferno, Agartha...”

E ancora il 18 giugno 2011: Le centrali nucleari sono necessarie non solo a costruire le armi atomiche, ma anche per questo progetto, che è anche un progetto militare... i grandi potenti della Terra vogliono allungare la vita fino a 140, 150 anni. Ma gli extraterrestri non lo permetteranno... questa pastiglia, che sarebbe poi la vittoria dell'anticristo, che stanno sperimentando e che hanno chiamato 'elisir di lunga vita', distrugge i neuroni del cervello e ha effetti collaterali dieci volte maggiori delle pastiglie di anfetamine che assumono i ragazzi quando vanno in discoteca. Quindi ti allunga la vita ma ti porta alla pazzia, diventi diabolico. Ha l'effetto collaterale della cocaina e dell'anfetamina, e provoca un desiderio sadico di uccidere”.

Infine il 15 agosto 2011: “...Solo una guerra potrà salvare l’economia mondiale. Quindi preparatevi! Oppure potrebbe succedere anche un’altra cosa. E cioè che dopo il fallimento di tutte le banche, uno di questi nove banchieri appartenente al gruppetto di famiglie che hanno posto in essere questo folle sistema, esca allo scoperto offrendoci la salvezza. Offrendo a tutti noi il risanamento dei conti, l'aumento delle pensioni, un reddito di cittadinanza per tutta l’umanità, fino ad offrirci la pillola per allungare la vita. E a costui ci inginocchieremo tutti, e diremo, “Finalmente è arrivato il salvatore dell’umanità!”.

Da questi discorsi appare chiaro che gli esseri di luce hanno rivelato a Giorgio Bongiovanni molti più dettagli di quanto non ne compaiano nel messaggio del 2 settembre 2010, dove i temi sono presentati solo in breve sintesi.

Effettivamente il miraggio di una eterna giovinezza è realmente di grande fascino per chiunque.

Questo sogno accompagna l'uomo da sempre, il desiderio di evitare la senilità, con tutti i problemi che comporta, e, addirittura, di tentare di sconfiggere il nemico più terribile, la morte, ha spinto nei secoli studiosi e avventurieri, a imprese di ogni genere e tipo.

Ai tempi d'oggi la situazione non è certo mutata, si sa che la ricerca continua e, ogni tanto, appaiono articoli in cui si parla delle scoperte più recenti fatte in laboratori sparsi in varie parti del mondo, il sogno quindi non ci abbandona anzi... ma sicuramente nessuno avrebbe mai pensato a un diabolico inganno di questa portata che coinvolge scienziati e ricercatori di grande fama anche italiani. Persone ormai di una certa età che fanno discorsi apparentemente contradditori, del tipo che le centrali nucleari non sarebbero dannose....

Solo esseri dotati di fantastiche possibilità tecnico-scientifiche e spirituali avrebbero potuto penetrare il velo di un segreto così terribile e folle... Vero, falso? Giorgio Bongiovanni si è inventato tutto? A parte che le conferme di un grande numero di anticipazioni da lui date in numerosi messaggi, sono ormai fatti di cronaca da tempo, anche per questa incredibile informazione andiamo a cercare elementi sul piano umano e scientifico, che ci possano dare un riscontro e, anche qui, iniziamo effettivamente, a intravedere qualcosa.

(http://online.wsj.com/article/SB10001424052970203804204577016121256985502.html)

Un recente articolo pubblicato il 3 novembre 2011 dal “The Wall Street Journal”, sezione in lingua spagnola, parla di successi di notevole interesse ottenuti con un “trattamento” non meglio specificato ottenuto su dei topi da laboratorio, nella clinica Mayo che si trova a Rochester, nel Minnesota. Jan van Deursen, principale autore dello studio, professore dei Dipartimenti di Biochimica e Medicina Pediatrica e Adolescenziale della clinica Mayo, spiega che se si potesse arrivare a bloccare anche nell'uomo il processo di senescenza cellulare, tutte le malattie legate all'età potrebbero essere curate in gruppo piuttosto che singolarmente. Insomma la più grave malattia dell'uomo rimane la vecchiaia a cui segue la morte. L'incoraggiante successo ottenuto dalla equipe del Professor Van Deursen sui topi ci dovrebbe quindi far sperare per il futuro ma... se è vero quanto rivelato a Giorgio Bongiovanni dagli esseri di luce, ci deve mettere invece in guardia verso simili notizie. Poi mi chiedo: “a parte il terribile inganno e i tremendi effetti collaterali che potrebbe avere questa scoperta, a che serve restare giovani e vivere più a lungo in un mondo morente, inquinato, con le risorse quasi esaurite e dove l'ingiustizia, il disamore, la violenza la fanno già da padrone? Non è già folle e diabolico spendere enormi risorse economiche per una ricerca simile quando ogni giorno muoiono 30.000 bambini solo per fame, è realmente la vecchiaia il principale problema dell'umanità? E poi, chi sarebbero i reali beneficiari della scoperta apparentemente più straordinaria della storia? Sarebbe a disposizione di tutti o solo dei soliti ricchi che vivono sulla sofferenza e la morte di milioni di persone?

Le risposte non mi sembrano poi così scontate... Riuscirà Arimane ad avere il tempo per porre in essere i suoi allucinanti e diabolici piani?

Mentre scorrono le prime settimane di un atteso e temuto 2012, le notizie si accavallano in fretta e mentre scorrono tra disordini sociali, crisi economica, disastri naturali, clima impazzito, esplosioni solari di potenza mai vista, scandali di ogni genere, violenze e soprusi, si fanno sempre più insistenti le voci di un imminente attacco all'Iran che, secondo i messaggi dati sempre a Giorgio Bongiovanni dagli esseri di luce, rappresenterà l'inizio di una escalation che porterà all'olocausto nucleare. In un messaggio del 2 febbraio 2012, anche questi esseri gettano la spugna e avvertono che non interverranno più per fermare la folle mano dell'uomo che ha ormai scelto il suo destino di morte e distruzione. (http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/messaggi-2011/4100--guerra-e-rumor-di-guerra.html).

E' più probabile perciò che si verificherà  il concetto espresso da Bongiovanni il 15 agosto 2011, quando ha affermato che “...Solo una guerra potrà salvare l’economia mondiale”, concetto, anche questo, più volte a lui anticipato dagli Extraterrestri in vari comunicati degli anni precedenti, quando ancora sembrava tutto tranquillo e i problemi riguardavano solo gli altri. Fortunatamente, sempre nel messaggio del 2 febbraio 2012, gli Extraplanetari confermano che porranno in salvo solo una specifica qualità di persone adatte a creare una civiltà senza le brutture di oggi e ripuliranno il pianeta da tutte le sozzerie che questa società folle e diabolica ha disseminato su terre e mari. Si avvererà perciò la parte finale della visione di Teresa Neumann che, alla fine, vede nelle estasi "il cimitero nel quale vengono sepolti i sogni dell' uomo”.

E vede anche un epitaffio dove appare una scritta significativa: "Qui giace l’uomo che si credeva un Dio”. Quando la purificazione sarà completata, riprenderà la vita. Ma l’uomo nuovo indosserà un abito nuovo, l’abito dell’umiltà e della fede e sarà compiuta anche la più importante delle profezie: In quei giorni, dopo quella tribolazione, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo e le potenze che sono nei cieli saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria. Egli manderà gli angeli e radunerà i suoi eletti dai quattro venti, dall'estremità della terra fino all'estremità del cielo.”

E finalmente sarà pace vera anche in questo mondo.

P.G. Caria

2 febbraio 2012  

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1books11
  libroicontattiuniti139copertina italiano140