Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

medvedevDAL CIELO ALLA TERRA
 

HO SCRITTO L’8 DICEMBRE 2012:
 
IL PREMIER RUSSO MEDVEDEV: GLI ALIENI SONO IN MEZZO A NOI

OGGI, GIORNO DELLA SANTISSIMA IMMACOLATA CONCEZIONE.
IL TEMPO È VENUTO, E MOLTO PRESTO TUTTA L’UMANITÀ AVRÀ L’ONORE, LA GIOIA, LA COSCIENZA E IL TIMORE DELLA PRESENZA EXTRATERRESTRE SULLA TERRA.
MOLTO PRESTO GLI ANGELI IERI, EXTRATERRESTRI DI SEMPRE, SI MANIFESTERANNO VISIBILMENTE E FISICAMENTE DINNANZI AGLI OCCHI DI MILIARDI DI ANIME TERRESTRI.
GLI ALIENI, COME VOI LI CHIAMATE, PARLERANNO AL MONDO E SARÀ IL GIORNO PIÙ BELLO E PIÙ GRANDE DELLA STORIA DELL’UMANITÀ. MENO DIVINO DELL’AVVENTO CRISTICO, MA CERTAMENTE UNIVERSALE E COSMICO.
GLI ESSERI DI LUCE PARLERANNO CHIARO E TRASPARENTE E FINALMENTE TUTTI SAPRETE QUEL GIORNO CHI SONO, PERCHÉ VENGONO E CHE COSA VOGLIONO.
NOI LO SAPPIAMO GIÀ!
 
Sant’Elpidio a Mare (Italia)
8 Dicembre 2012
G. B.

Notizia: In un "fuorionda" durante un'intervista a varie televisioni, il primo ministro russo Dimitri Medvedev si lascia andare a una apocalittica rivelazione: "Ve lo dico per la prima e ultima volta, nella valigetta con i codici nucleari il presidente conserva una speciale cartella segreta contenente informazioni sugli alieni che hanno già visitato il nostro pianeta, e insieme c'è anche un dossier riservato dei servizi con il monitoraggio costante della presenza extraterrestre sul nostro territorio. Sono due cartelle che vengono affidate esclusivamente a chi viene eletto presidente, e passano di mano al presidente successivo al termine del mandato."
E aggiunge: "C’è un film famoso, 'Men in black', in cui potrete trovare informazioni più dettagliate su questo argomento. Io non posso dirvi quanti di loro sono tra noi in questo momento, altrimenti si scatenerebbe il panico".