Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски

croce-florida200DAL CIELO ALLA TERRA

HO SCRITTO IL 17 AGOSTO 2015:

I SEGNI DEL CIELO SONO LE NOSTRE ARMI!
I MESSAGGI DIVINI SONO IL NOSTRO VERBO!
CRISTO LA NOSTRA CERTEZZA E SOLE DEL REGNO DI DIO IN TERRA.
LA NOSTRA SORELLA ERIKA,
LEGGETE! MEDITATE E DEDUCETE.

Sant’Elpidio a Mare (Italia)
17 agosto 2015

 

I Segni e la Fede
Di Erika Pais

Nuotiamo, senza mai fermarci, in un universo di stelle, comete, polvere di pianeti che muoiono, si accendono, si spengono, illuminano o riflettono Luce.  
Vaghiamo nell'immensità di uno spazio generato da sostanze ed energie mai immaginate.
I pensieri sono forme, le forme-pensiero che vengono create e che ci creano. La ragione e la logica che ostentiamo oggi con orgoglio, il discernimento di cui fregiamo come dono di Dio, dinnanzi al mistero della creazione sono appena grottesche ed antiche gambe di un animale preistorico che appartengono a questo corpo che vaga in questo piano.

I suoni meravigliosi, angeliche melodie attraverso le quali il cosmo, il Padre, la creazione, comunica con noi, stordiscono d’amore chi li percepisce, ma sono colpi sordi che non riescono ad attraversare la densa materia che ci avvolge, quando dimentichiamo chi siamo.  
E così come un cacciatore rupestre affila le punte delle sue lance, pulisce le sue frecce, o un soldato olia la sua arma, noi facciamo tesoro dei segni come le armi con le quali lottiamo, il cibo che ingeriamo per sopravvivere, l'acqua che beviamo per non morire di sete.  

E quando questi segni parlano ai nostri spiriti rinasciamo, ci leviamo e torniamo di nuovo al fronte, perché è per questo che viviamo, è per questo che moriamo e che esistiamo. Per i Segni.  

Segni che attraversano la nebbia oscura di un mondo in decadenza ed in agonia. Immagini, odori e suoni che giungono a noi mostrandoci la magia della Creazione. La sua maestosità e la sua autorità universale. La potestà del Monarca su questo Mondo, poiché vince ogni restrizione imposta dall'Anticristo. Vince il tempo e lo spazio. Vince la materia oscura delle anime stolte, le parole superflue degli scienziati, le teorie vuote dei dotti, l'ignoranza indomita degli Uomini. Vince tutto ciò che esiste, che è esistito ed esisterà come ostacolo tra noi e Dio. Perché tutto questo È la Sua stessa Creazione.

Ed i Segni giungono a noi come balsamo di luce, come speranza rinnovatrice, come stimolo primario. Farfalle del Padre che aleggiano attorno a noi impollinando la nostra fede. Comunicando tra noi e Lui, in un linguaggio unico, cosmico, galattico. Un linguaggio che solo l'Amore conosce e che noi, apprendisti, a malapena balbettiamo, ma possiamo ascoltarlo con l'anima, con lo spirito che arde di Giustizia. Con i nostri plessi consumati per Lui. Bellissimi segni che sono lì attorno a noi, ci danno amore ogni giorno e che ci gridano: Non siete soli. Avanti. Resistere. Manca Poco. Gloria al Padre e nuovamente Resistere.

Negare la fantastica manifestazione di Dio e lasciarci trascinare dalle correnti del pensiero logico umano significa negare noi stessi, significa rinnegare il motivo per cui siamo qui, significa tradire ciò che siamo ed il motivo per cui siamo stati creati. Significa sputarci in faccia l’un l’altro e tutti al Padre, significa tradire Colui che morì in Croce e l'Intelligenza che lo compenetrò per Amore. Significa mettere fine alla nostra esistenza, ed annullarci per sempre.  
Conviviamo con Un Segno, parliamo con Il Segno, noi, privilegiati, possiamo toccare Il Segno dei Segni e ciononostante tutti i Segni fluiscono fin qui. Annunciando il peggio, ed augurando il meglio. Affinché tutti possano vedere, affinché nessuno possa dire Non sapevo. Ed affinché noi, soldati di Cristo, guerrieri della Luce, scendiamo in campo un altro giorno ancora, ancora una volta, per la battaglia che è già iniziata. Per la guerra che presto finisce.  
Resistere, Resistere e Ricevere, Ricevere.  

Erika País.  
17 agosto 2015

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1 ricagni1
Nuova copertina libro Debora1 books11

libroicontattiuniti139