Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски
soledad560
DAL CIELO ALLA TERRA

HO SCRITTO IL 9 GIUGNO 2019:

I GIOVANI SENSIBILI CHE ANELANO ALL'AMORE E ALLA GIUSTIZIA.
LEGGETE E MEDITATE.
G. B.
9 Giugno 2019

INSIDE
Riccardo Caronia

Smarrito tra le tenebre
Passo lento e sguardo torvo
Diffida, critica
Il bene esiste solo per chi può permetterselo
Ti ho dato tanti nomi
Abisso
Gabbia
Inferno
Dannato ammasso di ingranaggi
Il tuo ticchettio mi fa impazzire
Ci porti a toccare con mano quegli ingranaggi
Ma poi giri
E stringi
Sempre più forte
Finché ci spezzi
Ma c'è qualcosa di noi che non puoi spezzare
Abbiamo il potere di tirare quella leva che ti fa girare
Abbiamo il potere di invertire il tuo giro
Perché è stato il nostro pensiero a crearti
Siamo stati noi a fondere la disperazione e il caos che oggi formano quegli ingranaggi
Dal nulla
Abbiamo creato un mostro
Dall'arte all'arte della guerra
Dall'amore al sesso
E la felicità, una volta non si poteva toccare, oggi è fatta di carta
Ma no
Non siamo più disposti ad accettare tutto questo
Perché stanno iniziando i temporali
Stai iniziando a piangere
E forse finalmente qualcuno sta alzando gli occhi da quella macchina mangia uomini creata da noi stessi
Forse finalmente qualcuno sta iniziando a toccare con mano la realtà
Non servono degli ingranaggi per capire come funziona la vita
Basta cercare dentro di noi
Alimentare un po' meno quell'ego che annebbia il nostro sole
Perché quando esso esce illumina te e il tuo cammino
E quando lo alimenti diventa così forte da sciogliere persino l'acciaio che oggi forma la grande macchina.
Acciaio forgiato dalle mille violazioni etiche imposte alle milioni di menti.
Un giorno capiremo di essere simili alle stelle
Milioni e milioni
Come loro
Con l'unica differenza che loro continuano a brillare

Riccardo Caronia
19 giugno 2019

Ridi
Di Riccardo Caronia

Camminando tra bottiglie vuote

Vuote come te.

Piangi, perché non sai più ridere.

Sogna.

Tra il mare di materia

Schematizza, perché non sai più sognare

Spendi.

Tempo e denaro

Per decidere quale sarà la tua prossima emozione sintetica,

Sintetiche come le sostanze che ti costituiscono

E chiamala gioventù

Perché alla macchina della morte piace così

E sarai pronto a diventare anche tu un assassino di valori

Spietato come chi ti ha privato di aprire le ali

In questo mondo grigio

Dove puoi sognare di sopravvivere

Perché vivere non è concesso


Riccardo Caronia
18 anni
7 giugno 2019

 

 

 

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1books11
  libroicontattiuniti139copertina italiano140