Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски

universoreflejo2Di Cecilia Mercado 

Tutto ciò che è importante in questo mondo è ciò che riflette il cielo in sé. Ciò che riflette l'universo, il cosmo; ogni cosa che è espressione della mano di Dio.

Se guardo attorno a me, mi rendo conto della strategia del male. Vedo quanto si impegna per acquisire importanza, investendo in sempre più cose che occupano sempre più spazio, per far ristagnare sempre più energia. O per far sì che ciò che qualche volta riflette il cosmo, venga sostituito dalla morte, dal vuoto, dall’artificiale, dalle cose adulterate. Manipolando le sostanze e torturando fino all'estremo... nell’intento di far estinguere la Vita dalla faccia della terra.

 
genetica200Por Emilia Cardoso

I primi giorni di novembre ricevo la notizia che Giorgio e la sua famiglia sarebbero venuti in Sudamerica per un incontro delle Arche. Un viaggio tanto atteso da tutti quelli che in qualche modo seguono umilmente l'opera spirituale che porta avanti già da circa trent’anni.

“Saranno giorni intensi” - ho pensato. L'incontro con le Arche del Sudamerica coincideva con molte attività di chiusura di anno. L'accelerazione tipica della città, tanto caratteristica in questi giorni dell’anno, offriva un’atmosfera molto particolare all'incontro che per me è stato come una parentesi, una vera pausa nel tempo, in mezzo alla voragine.

Incontrare Giorgio insieme a sua moglie e compagna di lotta Sonia, e sua figlia Sonia Tabita, è sempre un'esperienza che ci commuove, con un messaggio che ci chiama in causa, e ci induce ad interrogarci sul mondo in cui viviamo e il nostro operare in esso. Magari è un messaggio che non ci lascia nella nostra comodità, ci sentiamo spinti a misurare la coerenza delle nostre azioni con quello che diciamo di anelare. Ma incontriamo anche concetti sulla vita e l'universo che conducono la nostra comprensione verso nuovi orizzonti, poiché "non di solo pane vive l'uomo”.

Maias GuffantiDi Matías Guffanti

Ispirato ai giorni trascorsi insieme a Giorgio Bongiovanni a novembre 2018, in Sudamerica.

In ogni cosa e in ogni essere risiede un'energia che dà forma e vita a tutto, dalla più minuscola molecola al più grande e complesso cosmo. È la luce delle stelle, il movimento della vita, quella che fa germogliare i semi e governa in un costante equilibrio l'evoluzione che si espande. La sua forza fa girare i pianeti. E le foglie ed i fiori si aprono con infiniti colori e profumi che manifestano la sua presenza. Lei muove la brezza che scuote gli alberi, indirizza i torrenti che percorrono la terra, eleva le montagne, dona melodie e musica agli uccelli che volano liberi nei cieli ed esprime la creazione senza limiti nell'oscurità e nel vuoto assoluto, dove niente è mai esistito. Tutto in lei è una cosa sola. Per lei nasciamo e per lei moriamo, per rinascere nuovamente.

Patricia200Di Patricia Aboal

"... la composizione si dissolve, si cangia la complessione, si muta la figura, si altera l’essere, si varia la fortuna, rimanendo sempre quel che sono in sostanza gli elementi, e quello stesso che fu sempre, perseverando l’uno principio materiale (che è vera sostanza delle cose, eterna, ingenerabile, incorruttibile), in quello stesso che è sempre stato" - Giordano Bruno.

Quello che siamo sempre stati, la nostra essenza inalterabile, innegabile, la sostanza della quale siamo fatti, matrice sacra che ci unisce, originati da uno stesso seno.

Abbiamo percorso strade diverse, abbiamo vissuto in tanti modi diversi, ognuno combattendo le proprie battaglie, coltivando la propria evoluzione.

perugia assisiDi Jacopo Casanova

In occasione della marcia Perugia-Assisi io e Gabriele decidiamo di parteciparvi insieme ai ragazzi di Our Voice, un movimento culturale internazionale giovanile con il fine di denunciare qualsiasi tipo di ingiustizia e risvegliare soprattutto le nuove generazioni sui temi sociali organizzando spettacoli teatrali in varie parti del mondo. Arriviamo a Sant’Elpidio a Mare, in cui si trova la sede principale, venerdì sera e troviamo i ragazzi che ci invitano a cenare con loro e da lì proseguiamo la serata insieme.

recuerdoDi Juan Manuel Ferreira

Nel nostro recente viaggio in Italia, un’altra terra e un’altra realtà, abbiamo vissuto delle cose sorprendenti, sia a livello umano che a livello intimamente profondo.

Risvegliarti circondato dai tuoi fratelli, che quando si fa notte e vai a dormire sono ancora lì, attorno a te.

Condividere ogni momento con tutti loro, ci riempiva dentro.

Ricordo il giorno del nostro spettacolo a Palermo. Arrivando sul posto, i nervi aumentavano sempre di più in tutti noi, ma ancora di più in Sonia. Tuttavia, ciò non incideva nella nostra serietà e ognuno faceva la propria parte di lavoro. Alcune ore prima che iniziasse, ho cominciato a registrare con il mio cellulare chiedendo ad ogni ragazzo come si sentiva, se si sentivano pronti. La maggior parte mi ha risposto di sì, si sentivano pronti. Invece io no, ma allo stesso tempo provavo un sentimento di orgoglio, come se riuscire a superare il nervosismo potesse abbattere la barriera e così, una volta sul palcoscenico, ho sentito pace interiore e allo stesso tempo esaltazione esteriormente. Il tempo passava rapido, e il suono degli applausi era confortante.

panfili1Di Funima International

Come hai conosciuto Funima International e perché hai scelto di esserne volontaria?

In passato, ero già stata volontaria di altre associazioni che si occupavano di tematiche ambientali e umanitarie. Ho conosciuto Funima nel 2010 ed ero felicissima perché desideravo occuparmi di progetti legati al recupero dell'infanzia di strada, cooperazione internazionale e educazione alla mondialità. E' stato quindi amore a prima vista!

Inizialmente come volontari a Gubbio eravamo solo in due, io e mio compagno Marco. Allestivo i banchetti solidali in piazza da sola però, dopo poco tempo, con la volontà di far crescere questa realtà, si sono aggiunti a noi altri ragazzi. Si è formato così un bellissimo gruppo da cui sono nate tante iniziative, riuscendo ad avere una grandissima risposta a livello locale.

ourvoice200Di Adriano Ardu

Quattro giorni nell’isola, trasferta breve ma intensa; tanto è durato il blitz nell’isola dei ragazzi di Our Voice. Sonia Tabita Bongiovanni e Lorenzo Capretta, accompagnati dalla presenza protettiva e solare di Sonia Alea, con la premurosa presenza di Donatella e Adriano, hanno eletto come base sarda la casa del saggio Miro a Ghilarza.

Il precedente viaggio in Sardegna del gruppo Our Voice, nell'ottobre scorso, non è rimasto fine a se stesso. Durante gli spettacoli tenuti a Cagliari, Macomer e Terralba, agli incontri e dibattiti con i ragazzi delle scuole, si è seminato.

marco2Di Marco Marsili
24 Gennaio 2018 – ore 1,42 – Gubbio

Non riesco a prender sonno, sono inquieto… così mi rivolgo ai Fratelli dello Spazio:
“Amici miei, ogni volta che il mio pensiero vola verso di voi io piango, mi commuovo e piango perché vorrei tanto stare insieme a voi e parlare, scoprire cose nuove, sapere cosa fate, come vivete nei vostri meravigliosi mondi di pace… Cosa posso fare?”

Una voce amica prende a parlare dentro di me, svolgendo il discorso sotto forma di calmi e costanti impulsi luminescenti che si adagiano nella sfera del pensiero come semi che portano l’immagine dei concetti che via via si esprimono mentre vengono accolti nel dondolìo dell’ampia culla mentale:

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1 ricagni1
Nuova copertina libro Debora1 books11

libroicontattiuniti139