Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски
foto_con_vittorinoUNA GIORNATA ALL'ARCA ALEA-LORES INSIEME A GIORGIO
Come ogni volta che ci ritroviamo all’arca Alea-Lores, assieme a Giorgio, il tempo sembra fermarsi, i pensieri che ti attanagliano la mente nella vita quotidiana, svaniscono come per incanto, l’amore dei fratelli e  l’amore che Giorgio emana con il suo  sorriso solare ti entrano nell’anima, la penetrano, la fondono, e il mondo come per incanto sembra  fermarsi.
Le sue perle di saggezza antica ci inebriano a tal punto che  non riusciamo a volte nemmeno a formulare quelle domande che ti eri prefissato di fargli e che magari come uno scolaretto avevi cominciato fin dal mattino a memorizzare.
Finita la serata, come sempre ognuno di noi  dopo averlo abbracciato con tutto l’amore  di cui siamo in grado di dargli,  e di cui a volte temiamo che magari non possa  percepire quanto immenso sia, ci incamminiamo per la via del ritorno ancora pieni nell’animo, dell’amore che lui ci ha saputo trasmettere, ma questa volta,  mentre sono seduta  nel sedile anteriore accanto a mio figlio che sicuramente si addormenterà dopo pochi kilometri, d’istinto mi pongo  una domanda.
Come sarebbe la mia vita se non l’avessi conosciuto? Se non avessi incontrato  in quella via stretta e tortuosa, quale è la vita, lui, Giorgio?
Di certo non conoscerei la realtà extraterrestre, o forse l’avrei conosciuta ma senza l’aspetto spirituale che invece ne è l’essenza, non avrei appurato della  legge della reincarnazione, non avrei conosciuto dei fratelli meravigliosi che nel momento del bisogno tu sai già che ci saranno, non avrei aperto il mio cuore a Cristo nella speranza del Suo ritorno, non avrei conosciuto le molteplici verità  che ci hanno fatti un po’ sapienti e più consapevoli, conoscenze che appartengono a lui, e conoscenze che gli ha trasmesso il suo padre spirituale.
Probabilmente non  avrei avuto le prove che la vita poi mi ha dato.
E non avrei conosciuto quell’essere meraviglioso quale è Raul Bagatello.
In quei secondi in cui ho pensato  a tutto questo, mi sono sentita persa, ho percepito un dolore in me, ho percepito la sensazione che mi sarei persa qualcosa di meraviglioso, che forse mi sarei persa io stessa, alla ricerca di qualcosa di indefinito, di quel motivo da dare all’esistenza, ho capito che mi sarei persa  una cosa chiamata verità, ho capito che la vita sarebbe stata ancora più grigia, senza la speranza e la certezza  di un futuro migliore per l’umanità, senza la  convinzione che un giorno le cose dovranno cambiare, anche se con sofferenza, ma dovranno mutare.
In quei secondi  ho capito che non voglio tornare indietro, che voglio andare avanti con lui sulla mia strada, con gli amici  di sempre e con quelli che verranno, con  nel cuore gli amici persi, nella speranza che ritornino, ho capito che è una fortuna per  tutti noi averlo  incontrato, ho capito che  chi lo ha abbandonato, ora  nel suo cuore non potrà che avere un vuoto e magari non sapere il motivo per cui ce l’ha, per la paura di ammettere di averlo, ma io sono certa  che è così, abbandonare Giorgio anche solo per pochi mesi  ti lascia un vuoto che devi colmare con bugie e  indifferenza, con il cercare continuamente qualcosa che possa sostituire e riempire quell’assenza, perché altrimenti non ce la fai, non ci riesci, ma il vuoto c’è, è lì che ti aspetta, finchè lascerai cadere il  muro di difesa che ti sei  posto davanti per non  sentire quel vuoto dentro te.
Ho capito che dobbiamo ringraziare Dio per averlo mandato qui da noi, per aiutarci a credere ancora in lui e in Cristo, per aiutarci a ravvivare quell’amore che rischiavamo di perdere giorno dopo giorno nel tran tran della nostra  moderna, vita quotidiana.
Per questo dal mio cuore mi sento di dire,
Grazie Giorgio, grazie di essere qui con noi.

Bianchin Francesca
Arca  Alea-Lores 2010

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1books11
  libroicontattiuniti139copertina italiano140