Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Italiano Español English Português Dutch Српски

 Segni dei Tempi

CATAMARCA: STATUA  DELLA MADONNA DI FATIMA TREMA DURANTE LA MESSA
virgencatamarca
 
 
04 Ottobre 2009
 
I fedeli della Parrocchia San Giovanni Battista, ubicata nella città di Belén a 300 chilometri dalla capitale catamarchegna (Argentina), sono rimasti sconvolti nel vedere l’immagine della Madonna tremare.  "Abbiamo potuto osservare il tremore che era più visibile fissando il rosario che tiene tra le mani Nostra Signora di Fatima e che si muoveva pur non essendoci vento, infatti le porte erano aperte perchè la notte era serena", racconta il prete Humberto Carrizo, che ha eseguito la Messa.
L’effige si trova sopra un altare nel lato destro della chiesa e secondo i testimoni il movimento è stato percepito da tutti i presenti. La notizia ha destato scalpore e durante tutto il giorno i fedeli hanno fatto visita alla chiesa.

http://www.26noticias.com.ar/catamarca-en-plena-misa-temblo-la-imagen-de-la-virgen-de-fatima-97380.html

UNA STATUA DELLA MADONNA DI LOURDES LACRIMA IN UCRAINA

25/10/2009
In una piccola comunità di origine polacca che si trova nella giurisdizione Ucraina una statua della Madonna di Lourdes ha iniziato a lacrimare nell’anno 2005 e fino al 2007 sono avvenute 102 lacrimazioni.
Nizankowice (in ucraino Nyzhankovychi) fino alla fine della seconda guerra mondiale apparteneva alla Polonia e al distretto di Przemysl.  Dopo la Seconda Guerra Mondiale, Il distretto di Przemysl fu ripartito tra  URSS e Polonia e Nizankowice passò al territorio dell’URSS. Gli abitanti polacchi fuggirono in Polonia e la chiesa della comunità venne utilizzata dai comunisti come magazzino per il grano e altri prodotti agricoli. Dopo la caduta dell’URSS, l’Ucraina diventò indipendente e la regione annessa, in cui si trova Nizankowice a confine con la Poloni, restò parte dell’Ucraina. Dopo il  1970 si smise di usare la chiesa di Nizankowice come magazzino e restò abbandonata, il tetto crollò  quasi completamente.
In seguito una piccola comunità di polacchi rimasti a Nizankowice ricostruì la Chiesa che fu nuovamente consacrata il  19 ottobre 1991.
Le lacrime della Madonna
Tutto ha avuto inizio  il  6 gennaio del 2005, nel giorno dell’Epifania. Nella piccola chiesa ricostruita di Nizankowice c’è una statua di legno di Nostra Signora di Lourdes. Un giovane chierichetto Wzodzimierz Moroz, passando per una cappella laterale della Chiesa, si è accorto che da un occhio della piccola statua uscivano gocce come lacrime ed ha avvisato il parroco il quale oggi  descrive il fenomeno come inspiegabile. Durante le indagini è stata esclusa la possibilità che fossero gocce provenienti dal tetto. L’immagine è di legno, dipinta con colori resistenti all’umidità. Il liquido che fuoriesce dagli occhi è stato analizzato in laboratorio ed è risultato molto simile alle lacrime umane ed è salato. È stato verificato che anche con 15º sotto zero il liquido non si congelava.
Padre Lorenc Dobromiu parroco dichiara: "La prima volta che ho visto le lacrime nel volto divino della Madre mi sono chiesto, perchè? che è successo? qual’è il motivo di queste lacrime?" Riuscii a raccogliere il  misterioso liquido dal volto per inviarlo ad altri sacerdoti  e poter eseguire un esame della sostanza in laboratori professionali.
Gli episodi della lacrimazione accadevano il giorno 13 di ogni mese, (anniversario di Fatima) trasmettendo un gradevole profumo di rose.
Il fenomeno della lacrimazione della statua si è intensificato il giorno della morte di Giovanni II e di Suor Lucía (veggente di Fatima).
Attualmente diverse persone continuano a sentire profumo di rose, sono avvenute guarigioni di cui alcune con certificazione medica e sul posto si è manifestato anche il fenomeno della danza del sole simile a quello di Fatima.
I pellegrinaggi dalla Polonia, dall’Ucraina e da altri paesi sono frequenti. Sono avvenute molte conversioni grazie a questo culto mariano. La Chiesa, che appartiene al culto latino cattolico, è stata eretta a  Santuario di María Madre della Divina Provvidenza nel 2007 dal Cardinale Marian Jaworski.

Fonte: contexto.com.ar

UN’IMMAGINE DEL BAMBIN GESÙ PIANGE SANGUE

 
Dagli occhi di un’immagine del Bambin Gesù escono lacrime di sangue, l’accaduto tiene nell’agitazione la comunità rurale di Las Uvas a La Vega (Rep. Dominicana).
Il quadro, che è appeso nella casa di Altagracia Rodríguez, presenta macchie che alcuni devoti definiscono come versamento di lacrime di sangue, il fatto è successo il venerdì scorso.
Per Altagracia Rodríguez questa manifestazione è un segnale di qualcosa di grande che deve accadere.
Mentre la signora Teresa, una vicina, non cessa di innalzare le sue suppliche all’Onnipotente affinchè abbia compassione del suo popolo.
Las Uvas, al nord di La Vega, si è trasformato in luogo di pellegrinaggio e questa casa è già per molti una specie di santuario.
 

Tratto da: Telemundo 

SALTILLO - MESSICO: MADONNA DELLA SOLEDAD TRASUDA OLIO

Tutto iniziò nella Chiesa di  Nuestra Señora del Refugio, nella città di Jerez, Zacatecas, quando Luis Ángel Rivera sei anni fa guardò fisso la statua della Madonna de la Soledad e corse fino all’altare per sfiorare dolcemente il vestito a lutto.
“Ebbi  un’inquietudine nel vederla  e chiesi a  padre Miguel Angel se me la poteva regalare così me la diede. La mia devozione alla Madonna è molto grande per tutto quello che lei soffrì con il calvario di Gesù  per questo  anche noi dovremmo avere pazienza con le nostre sofferenze”.
Luis Ángel, che oggi ha 18 anni, dice che da quel giorno portò la statua in pellegrinaggio per tutte le colonie di  Saltillo.
“Il 18 luglio del 2008 è iniziato a trasudare olio dalle mani della statua”. Dice Luis.
“Ho avuto timore quando ho visto emanare quel liquido spesso e cristallino ma allo stesso tempo pensavo fosse qualcosa di meraviglioso e grandioso. Credo che Lei ci voglia dare un messaggio, ci sta dicendo di unirci di più in Cristo e nei Comandamenti”
L’olio, che emana profumo di rose, ha rinforzato la fede degli infermi e ha fatto miracoli, guarendo persone dal cancro, infertilità, cecità ed altre malattie.
“Posso testimoniare sul caso di una gravidanza a rischio di una ragazza di nome Saraí, che ottenne la grazia di far nascere suo figlio sano. Un altro caso è quello di Rosalinda, che aveva un problema di artrite deformante e il dottore le aveva proibito di camminare per problemi al cuore. Abbiamo portato la statua in casa e iniziò a trasudare, le abbiamo passato il cotone imbevuto d’olio nel corpo e da allora la donna cammina come se niente fosse..” racconta Luis.
Dopo questi miracoli Luis Angel ha fatto edificare un santuario e poi ha realizzato un centro di recupero per giovani drogati  che attraverso la fede abbandonano la dipendenza.
 
11 Agosto 2009
Fuente: Vanguardia (Messico)
 
IL VOLTO DI GESÙ-CRISTO COMPARE NEL MANTO DI UNA STATUA DELLA VERGINE
virgenlarioja
 
L’apparizione di un’immagine del volto di Cristo nel manto della statua della Madonna della Valle  in località  La Rioja (Argentina) ha commosso i fedeli dell’intera  regione comprese le vicine province. L’avvenimento è accaduto nell’interno di una cappella privata nelle vicinanze della località riojana di Chilecito. 
Nel manto della Madonna è comparso “il viso di un uomo con la barba", così è stata  diffusa la notizia dai media locali. La cappella in cui si è manifestato il segno miracoloso appartiene alla famiglia Vargas e si trova in una tenuta situata sulla strada provinciale 15, a due chilometri da Chilecito.
Miguel Vargas, proprietario della cappella, ha dichiarato al quotidiano El Independiente di questa città che l’immagine della Madonna si trova in quel luogo da parecchio tempo e nel manto non erano visibili macchie fino alla comparsa del segno che si è manifestato domenica scorsa.
Proprio in quel giorno la statua si trovava nel santuario di  Santa Rita da Cascia e una signora si è accorta del volto del Cristo. Da allora molta gente si reca in pellegrinaggio alla cappella giungendo persino dalla  provincia di Catamarca.
Nonostante la cappella sia stata collocata nell’anno 1998, l’immagine della patrona catamarqueña accompagna la famiglia Vargas dal 1942.

Fonte: minutouno.com

25 giugno 2009

DVD - CD

mensajes_secretos

dvd-lacrima

CD MUSICALI PER SOSTENERE FUNIMA INTERNATIONAL
cd-alea cd-viaje-bg

Siti amici

220X130_mystery

ban3milenio

ILSICOMOROA

ban antimafia

Collaboratori

unpunto_boxdelcielo_box
logofunimanuevo2015crop_box
catania3banner flavio ciucani 125

Libri

ilritorno1 tapa libroGB Giovetti1
cop dererum1 ricagni1
Nuova copertina libro Debora1 books11

libroicontattiuniti139